di 

L’innovazione in un viaggio. Progetti per turisti che cambiano

Il punto di partenza è che il turista non è più quello di una volta. La conseguenza è che la sua domanda è cambiata. E’ cambiato l’ordine di fattori che incidono nella valutazione e dunque i criteri che guidano la scelta. Sono cambiate le fonti dove va a reperire informazioni e gli opinion leader di cui si fida. Il web sociale e le interazioni del 2.0 sono allo stesso tempo strumento e metafora di questo nuovo ecosistema in cui gli operatori del turismo sono, volenti o nolenti, calati.  E’ un cambiamento che attraversa i territori, che sovverte i flussi così che non solo l’iniziativa, ma anche il controllo della comunicazione e della promozione segue il modello policentrico e diffuso dei social media. Questo è il cambiamento. A FORUM PA 2011 abbiamo scoperto che più di qualcuno, tra i territori italiani, ha intrapreso questo viaggio attraverso il cambiamento.

 Il punto di partenza è che il turista non è più quello di una volta. La conseguenza è che la sua domanda è cambiata. E’ cambiato l’ordine di fattori che incidono nella valutazione di un'esperienza e dunque i criteri che guideranno la sua prossima scelta. Sono cambiate le fonti dove va a reperire informazioni e sono cambiati gli opinion leader di cui si fida nel formulare la sua scelta. Il web sociale e le interazioni del 2.0 sono allo stesso tempo strumento e metafora di questo nuovo ecosistema in cui gli operatori del turismo sono, volenti o nolenti, calati.  

E’ un cambiamento che attraversa i territori, che sovverte i flussi di comunicazione, così che non solo l’iniziativa, ma anche il controllo della comunicazione promozionale segue il modello policentrico e diffuso dei social media. A FORUM PA 2011 abbiamo scoperto che più di qualcuno tra i territori italiani ha intrapreso questo viaggio attraverso il cambiamento.

A FORUM PA 2011, in un convegno dedciato al tema, abbiamo infatti ospitato la premiazione dell’iniziativa “Turismo & cambiamento”. Questa è stata l’occasione per conoscere meglio i sei progetti vincitori e fare, allo stesso tempo,  un punto sui temi caldi per la crescita di competitività del nostro settore turistico.

Il convegno, organizzato con il Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo e con il Comitato Innovazione del Ministro del Turismo, è partito da una esigenza “tecnica” che gli organizzatori avevano presentato così: “L'innovazione, sia essa tecnologica, di servizio o di prodotto, ci permette oggi di presentare al mercato internazionale un'offerta turistica che integra percorsi e asset diversi, profilandoli secondo interessi disparati. Si possono quindi combinare, con una geometria variabile, i nostri inestimabili tesori culturali, paesaggistici, sociali, enogastronomici, ecc. in cluster personalizzabili a piacere. Questa ricchezza, che trova la sua vetrina naturale nel web, diventa confusione, e quindi scade in efficacia e in chiarezza, se non è presente una governance forte che possa garantire semantiche, linguaggi e caratteristiche omogenee e confrontabili. Esistono in Italia esperienze di eccellenza di questo moderno fare sistema .."

Proprio sei di queste eccellenze sono state selezionate attraverso un partecipatissimo Call for Paper per far sì che emergessero, potessero essere raccontate e usate come esperienze da cui partire per articolare una griglia di discussione e lavoro per i prossimi mesi.

Per ciascuno dei sei progetti selezionati vi proponiamo il video della presentazione e una breve descrizione, estratta dalle schede curate dagli stessi responsabili di progetto.

 
Vi proponiamo, inoltre, gli atti del convegno  "Turismo & Cambiamento. Il viaggio dell'innovazione" del 12 maggio a FORUM PA 2011 che, oltre alla presentazione dei progetti, ha ospitato gli interventi di scenario e contestualizzazione di Edoardo Colombo (Coordinatore Comitato per l'Innovazione nel Turismo -  Ministro del Turismo) e Giampietro Vecchiato (Vicepresidente - Ferpi).