di 

"Osservaturismo", una soluzione per un territorio smart

Nel caso di territori a destinazione turistica in cui i flussi della domanda presentano modelli comportamentali sempre più complessi e variabili, la possibilità di analizzare in tempo reale la competitività della destinazione e monitorare le variazioni quali-quantitative della domanda turistica diventa uno strumento strategico per prendere decisioni circa il mantenimento o l’acquisizione di mercati. Ecco la soluzione della Provincia di Rimini.

Nel caso di territori a destinazione turistica in cui i flussi della domanda presentano modelli comportamentali sempre più complessi e variabili, la possibilità di analizzare in tempo reale la competitività della destinazione e monitorare le variazioni quali-quantitative della domanda turistica diventa uno strumento strategico per prendere decisioni circa il mantenimento o l’acquisizione di mercati.

La Provincia di Rimini ha attivato, attraverso un processo partecipativo che ha coinvolto gli operatori del settore, le loro associazioni e i produttori di software gestionali, soluzioni organizzative innovative per la rilevazione / visualizzazione dei dati sui flussi turistici.

Con “Osservaturismo”, una applicazione ideata dall’Ufficio Statistica e sviluppata dalla software house GIES srl, si possono visualizzare in tempo reale, sotto forma di tavole, grafici e cartogrammi, le elaborazioni effettuate sul data-base alimentato dai check-in/check-out dei turisti che si presentano alla reception della struttura ricettiva, che può trasmettere il dato tramite flussi prodotti da 42 diversi software gestionali. Tra questi software gestionali è compreso anche Tower, un prodotto che funziona sia da catturatore dei dati dai gestionali aziendali, sia da microgestionale (rilasciato gratuitamente dalla Provincia) per tutte quelle imprese che non possiedono un proprio gestionale. Tower consente alle imprese di fare anche personali analisi di benckmarking. La versione demo è consultabile su: caprovincia.rimini.it con le credenziali di’accesso: username dataentry, password data entry.

Un modello organizzativo che interagisce in modo produttivo e non invasivo con l’organizzazione e la gestione aziendale delle strutture ricettive e che permette al sistema turistico locale di approfondire la conoscenza dei mercati di riferimento con tempi e modalità più funzionali, recuperando efficienza sia per le imprese che per la pubblica amministrazione impegnata a rilevare i dati sui flussi turistici.

Quanti sono oggi i turisti a Rimini? Più giovani o famiglie? Quanti festeggiano il compleanno? Con quale motivazione hanno scelto questa destinazione?Collegandosi al portale si possono ottenere le risposte in tempo reale, sotto forma di grafici (con informazioni istantanee o settimanali), a t utte queste domande. Inoltre ad ogni consultazione è anche possibile visualizzare il numero delle strutture che trasmettono i dati, la percentuale di occupazione letti, i check-in e i check-out ovvero gli arrivi e presenze suddivise per provenienza con il dettaglio per i turisti italiani del comune di provenienza e della nazionalità per i turisti esteri (nel conteggio dei "presenti" sono inclusi anche i numeri del check-in, mentre i valori i del check-out sono contabilizzati con la data di partenza, indipendentemente dall'orario effettivo di partenza del turista).

E siccome sempre più spesso si parla di statistica sexy, oltre a numeri e percentuali si sono aggiunti suggestioni e divertissement: una statistica non ortodossa che illustra anche la composizione dei turisti in base al segno zodiacale. Un’informazione a costo zero che rende più evocativa la statistica del turismo e offre un inedito contributo al marketing.

Per le caratteristiche del modello organizzativo realizzato, anche altre pubbliche amministrazioni alla presa con il monitoraggio della domanda turistica hanno condiviso con la Provincia di Rimini i processi di innovazione, rilevazione e comunicazione dei dati. In particolar modo le Province di Forlì-Cesena e Pistoia, che nel loro sistema organizzativo utilizzano contestualmente al catturatore di dati anche “Osservaturismo”, mentre altre Province dell’Emilia-Romagna (Parma, Ferrara, Bologna, Ravenna, Modena), le Regioni Sardegna e Abruzzo hanno adottato, per il momento, solo la procedura per l’acquisizione dei dati al check-in/check-out.

Il sistema consente di aggiungere nuove informazioni a partire da quelle già rilevate e sono già in corso di realizzazione nuove elaborazioni che riguardano la possibilità di monitorare con più accuratezza i flussi di traffico nel territorio di destinazione. Una informazione che sarà resa disponibile quando saranno a sistema le procedure che consentono di passare dal numero dei turisti al numero dei mezzi di trasporto o di calcolare la produzione di CO2prodotta dai chilometri percorsi con un determinato mezzo. Un ulteriore passo avanti verso un territorio smart.

Dalla data di attivazione (8 maggio 2013) ad oggi “Osservaturismo” della provincia di Rimini ha contabilizzato oltre 7000 visualizzazione con una media di circa 15 visite giornaliere.

 

Fonte: Provincia di Rimini