di 

FORUM PA Lombardia. Terzi: nuovo modello welfare necessita di sinergie

"Il principio ispiratore del Welfare si è evoluto nel tempo, allargando i diritti e servizi sociali che con esso ci si propone di garantire: assistenza sanitaria, pubblica istruzione, sussidi familiari e di disoccupazione, previdenza sociale, ma anche e sempre più accesso alle risorse culturali e oggi più che mai anche con la difesa dell'ambiente". Così l'assessore lombardo all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi, ha aperto oggi il suo intervento al convegno conclusivo di FORUM PA Lombardia.

Foto di Lombardia Notizie

"Il principio ispiratore del Welfare si è evoluto nel tempo, allargando i diritti e servizi sociali che con esso ci si propone di garantire: assistenza sanitaria, pubblica istruzione, sussidi familiari e di disoccupazione, previdenza sociale, ma anche e sempre più accesso alle risorse culturali e oggi più che mai anche con la difesa dell'ambiente". Così l'assessore lombardo all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi, ha aperto oggi il suo intervento al convegno conclusivo di FORUM PA Lombardia.

PAROLA D'ORDINE: ADATTARSI - "E' compito della pubblica amministrazione - ha proseguito l'assessore - costruire un modello di Welfare capace di rispondere in modo adattativo al contesto economico che cambia rapidamente (la necessità di diminuire la spesa pubblica per esempio) nonché alle dinamiche evolutive della società". "Proprio in questa prospettiva - ha chiosato Terzi - il nuovo modello di welfare che andiamo a ricercare deve tener conto da un lato di quanto la qualità dell'ambiente rappresenti una delle determinanti fondamentali dello stato di salute della popolazione, e dall'altra, di quanto gli stili di vita e le nuove forme di socialità ecosostenibili possano contribuire efficacemente alla prevenzione sanitaria e al benessere della vita delle persone".

OCCASIONE IMPORTANTE - "Il forum di oggi - ha quindi fatto presente l'assessore - è un'occasione importante per affrontare il tema da vicino ed esplorare, in chiave prospettica e di innovazione, le esperienze già in corso e di interesse per l'Ente Regione e le sue politiche ambientali". "La sostenibilità ambientale - ha proseguito Terzi - intercetta ogni politica pubblica, ma in particolare ci siamo concentrati su tre aree principali: alimentazione, mobilità e consumi consapevoli".

NECESSARIA INTEGRAZIONE - "Stiamo lavorando moltissimo sull'integrazione con altri Assessorati e Istituzioni - ha ricordato l'assessore - ad esempio, sull'educazione alla sostenibilità in collaborazione con l'assessore Aprea e l'Ufficio scolastico regionale della Lombardia abbiamo messo in campo molti progetti rivolti all'educazione scolastica contro lo spreco alimentare. Fin dal suo insediamento - ha spiegato Terzi - l'attività della Giunta Maroni si è contraddistinta per una grande attenzione alla specificità dei territori che compongono la Lombardia e la trasparenza delle politiche attuate in condivisione, oltre che con Enti anche con i cittadini, al fine di ridurre i conflitti sociali".

"Per concludere nell'Assessorato che ho l'onore di guidare - ha spiegato la titolare lombarda all'Ambiente chiudendo il suo intervento - riteniamo che sia sempre più indispensabile avere una forte integrazione, sugli aspetti ambientali legati alla salute umana, tra le Agenzie che si occupano di salute e ambiente (ASL-ATS, ARPA e UNIVERSITA') e le pubbliche amministrazioni, auspicando di continuare un confronto continuo e positivo che porti a uno scambio di esperienze, unitamente allo sviluppo di collaborazioni, su temi specifici legati ad eventuali criticità ambientali che ci troveremo ad affrontare nel futuro prossimo".

Fonte: Lombardia Notizie

Torna al Dossier FORUM PA Lombardia