di 

Dalla ricerca alla creazione di lavoro. ISFOL racconta La Via Nicolaiana©

Dove passa un cammino si incontra il cambiamento. Fare sviluppo tramite la trasformazione della pubblica amministrazione in una piattaforma abilitante, capace di facilitare il confronto tra parti diverse di società, di mettere a disposizione tecnologie innovative e di parlare linguaggi inediti. Tutti temi che ISFOL affronterà, a FORUM PA 2016, nell’ambito dei seminari dedicati all’istituto e al futuro del lavoro e del welfare.

Foto di Matthias Ripp in licenza CC - https://www.flickr.com/photos/56218409@N03/1605974682

La pubblica amministrazione come piattaforma abilitante, capace di stimolare la nascita di reti territoriali. Ecco la sfida raccolta da ISFOL*, l’Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori, che, tramite l’adesione alla Nikolaosroute – La Via Nicolaiana©, coglie l’occasione per mostrare come progetti originali e inediti possano diventare concreti stimoli per l’economia dei luoghi.

L’iniziativa, nata per volontà di un network di associazioni, guidate dalla capofila Work in Progress 10 APS, e con il patrocinio scientifico di ISFOL, punta alla promozione di un itinerario culturale europeo ispirato alla figura e ai valori di San Nicola di Myra. Il percorso, che in Italia unisce Roma a Bari, mira simbolicamente a promuovere il dialogo Oriente e Occidente e il confronto tra popoli altrimenti distanti. L’icona dell’iniziativa, infatti, è il murale #EastWest che lo street artist Maupal - Mauro Pallotta, già autore di Super Pope, in cui Bergoglio è raffigurato come un super eroe - sta realizzando a Bari per i festeggiamenti patronali del 7 e 8 maggio. San Nicola, in versione pop, è rappresentato come un ponte, disteso tra due terre, capace, fisicamente, di evocare la strada battuta, oggi, dai migranti.

Ma quale è il ruolo specifico di ISFOL e perché un soggetto pubblico, focalizzato sui temi del lavoro e della formazione, ha deciso di promuovere l’iniziativa? L’istituto ha scelto di aderire non solo per la portata ideale del progetto, ma perché la via nicolaiana offre l’occasione di continuare a praticare un metodo centrale nei progetti di ricerca dell’ente. Il coaching territoriale. Un modello di co-progettazione, fatto di incontri, workshop e community digitali, ideato per permettere a cittadini, associazioni e amministrazioni di confrontarsi su temi specifici e di imparare, insieme, a progettare dal basso.

Abbiamo sperimentato un metodo di coordinamento di rete territoriale - ha spiegato, infatti, alla redazione di Forum PA Roberta Pistagni, ricercatrice ISFOL- con l’obiettivo di aiutare le persone a passare dalla prospettiva attendista del cercare lavoro a quella proattiva del creare lavoro”. E se nel 2015 ISFOL ha promosso il metodo nel Municipio X, a Roma, sul tema delle politiche del lavoro e della formazione, a distanza di un anno la sperimentazione si amplia e si concentra su un argomento di forte attualità nell’anno giubilare: i cammini. I quali non hanno solo un valore culturale, ma anche un peso economico. Perché attivano e stimolano la domanda e la richiesta di servizi sul territorio e la creazione di una offerta culturale inedita. La Nikolaosroute – La Via Nicolaiana© è, quindi, una occasione originale di sviluppo economico e, per ISFOL, rappresenta l’opportunità di stimolare la nascita e il consolidamento di reti locali. Chi cerca e chi offre lavoro e formazione nei territori attraversati dall’itinerario, infatti, può confrontarsi nella community animata dall’istituto sulla piattaforma Moodle.

E se a Bari le istituzioni locali sono già coinvolte in prima linea nel progetto - il Comune, per esempio, ha aderito all’iniziativa - anche Roma è uno dei luoghi chiave del percorso. Dopo la presentazione al Macro Testaccio in occasione del compleanno della città, il 28 maggio proprio qui si svolgerà la prima edizione del millennio dell’antica processione da San Nicola in Carcere al Borghetto dei Pescatori di Ostia. Una tappa significativa del percorso, anche per il portato simbolico della cittadina, legato al commissariamento del Municipio. La comunità di pratica e l’animazione territoriale di ISFOL, infatti, svolgono un ruolo particolare in un territorio afflitto dalle mafie: il coinvolgimento dei cittadini e degli operatori economici è uno strumento di legalità e di trasparenza dei processi. Dove passa un cammino si incontra il cambiamento.

Anche così, insomma, si fa sviluppo: tramite la trasformazione della pubblica amministrazione in una piattaforma abilitante, capace di facilitare il confronto tra parti diverse di società, di mettere a disposizione tecnologie innovative e di parlare linguaggi inediti. Tutti temi che ISFOL affronterà, a FORUM PA 2016, nell’ambito dei seminari dedicati all’istituto e al futuro del lavoro e del welfare.



ISFOL, l’Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori, partecipa al progetto della Nikolaosroute – La Via Nicolaiana©, itinerario culturale europeo. Con un obiettivo: animare la rete territoriale e dimostrare il potenziale economico e l’innovazione prodotta da un progetto orginale.