di 

L’innovazione delle PA nella comunicazione dell’Inail

L’innovazione in Inail corre anche sui binari della comunicazione, che vede l’ente impegnato nella sperimentazione delle più recenti forme di interazione sociale: dai social media ai brand journalism per raccontare i servizi della pubblica amministrazione. Inail porterà a FORUM PA 2018 il proprio modello di comunicazione, progetti di ricerca, procedure informatiche innovative per la gestione di bandi di finanziamento e percorsi formativi in e-learning per le scuole in materia di salute e sicurezza sol lavoro

Photo by David Larivière on Unsplash

L’innovazione in Inail corre anche sui binari della comunicazione, che vede l’ente impegnato nella sperimentazione delle più recenti forme di interazione sociale che si sono sviluppate sotto la spinta delle tecnologie del nuovo millennio.

Comunicare l’attività della pubblica amministrazione non è facile. La complessità delle procedure, i tecnicismi del linguaggio, il rispetto dei formalismi giuridici rendono arduo il dialogo con i cittadini, ormai sempre più abituati alla rapidità e all’essenzialità della comunicazione “social”.

Inail è tradizionalmente attento alla comunicazione, proprio per i territori di grande rilevanza sociale in cui si trova ad operare. Alle campagne di comunicazione realizzate annualmente dal 2010 per far conoscere i propri programmi di incentivazione finanziaria (con risorse per più di 1 miliardo e 800 milioni di euro in 8 anni) finalizzati a promuovere gli investimenti aziendali per la prevenzione nei luoghi di lavoro, nell’ultimo biennio si sono affiancate iniziative dirette a diffondere la conoscenza delle nuove misure messe in campo dall’ente per il reinserimento lavorativo delle persone con disabilità da lavoro per la conservazione del posto di lavoro e in caso di nuova assunzione.

Negli ultimi anni, Inail ha cercato di adottare anche i linguaggi della narrazione che si stanno imponendo nel nuovo contesto mediatico, per rispondere all’esigenza di emersione delle informazioni che lo riguardano nell’overdose di notizie che caratterizza l’habitat comunicativo moderno. Rispondono a queste logiche il portale web istituzionale, con una home page in cui le immagini e un flusso continuo di news autoprodotte raccontano cos’è e cosa quotidianamente fa l’ente, e i canali social autogestiti, su cui nell’ultimo anno è stato sviluppato un progetto di narrazione denominato “Belle Storie”.

Con “Belle Storie”, l’ente ha deciso di raccontare le storie di assititi Inail, vittime di infortuni sul lavoro che, grazie al sostegno dei propri centri di assistenza protesica e riabilitativa e dei team multiprofessionali delle sedi territoriali, hanno seguito un percorso di recupero psico-fisico ritrovando la voglia di vivere e di reinserirsi nella società e nel mondo del lavoro. “Belle Storie” è nato quasi in maniera spontanea attraverso post dedicati pubblicati sulla pagina Facebook Inail ed è diventato un progetto di video-narrazione, con video-racconti pubblicati a cadenza mensile sul portale Istituzionale e sui siti web di testate giornalistiche di primo piano.

Si è scelto un progetto di narrazione di storie di vita per raccontare i servizi svolti da Inail nell’azione di cura e assistenza della propria utenza, facendo vedere attraverso video-testimonianze gli effetti in concreto dell’azione di una pubblica amministrazione, con l’obiettivo di rafforzare la conoscenza di misure di interesse collettivo, migliorare il dialogo con i cittadini e agevolare la fruizione di servizi pubblici.

La medesima sperimentazione di format narrativi è stata avviata nel mese di aprile con la campagna #storiediprevenzione, che si propone di raccontare le esperienze positive di investimento per la salute e la sicurezza sul lavoro di tanti piccoli imprenditori grazie ai programmi di finanziamento Inail. L’iniziativa, attraverso il racconto dei diretti protagonisti, vuole sensibilizzare le imprese rispetto alla importanza, dal punto di vista umano e sociale, ma anche sotto il profilo della convenienza economica, degli investimenti per la prevenzione degli infortuni sul lavoro delle malattie professionali.

Questa è solo un’anticipazione dei progetti che Inail porterà a FORUM PA 2018. Qui la pagina con le iniziative in Manifestazione.