di 

Regione Piemonte: guida ai servizi sanitari per immigrati

“Mettere a disposizione degli operatori uno strumento che comprenda tutte le informazioni pratiche sui servizi sanitari e sociali destinati agli stranieri non iscritti al Servizio sanitario nazionale, consentirà di rafforzare la collaborazione esistente tra gli enti che si occupano di immigrazione e di agevolare i percorsi di assistenza e cura”. Lo ha dichiarato l’assessore alla tutela della salute e sanità della Regione Piemonte, in occasione dell’incontro “Malattie e immigrazione, conoscersi tra culture diverse”, organizzato dal c

“Mettere a disposizione degli operatori uno strumento che comprenda tutte le informazioni pratiche sui servizi sanitari e sociali destinati agli stranieri non iscritti al Servizio sanitario nazionale, consentirà di rafforzare la collaborazione esistente tra gli enti che si occupano di immigrazione e di agevolare i percorsi di assistenza e cura”. Lo ha dichiarato l’assessore alla tutela della salute e sanità della Regione Piemonte, in occasione dell’incontro “Malattie e immigrazione, conoscersi tra culture diverse”, organizzato dal coordinamento regionale dei Centri Isi (Centri di informazione salute immigrati) e dall’ambulatorio Misa (Migrazione e salute) dell’ospedale Amedeo di Savoia. Al tavolo di lavoro hanno preso parte tutti i soggetti istituzionali e le associazioni di volontariato che lavorano per offrire agli immigrati assistenza sanitaria e sociale, con l’obiettivo di realizzare una rete di servizi per la Città di Torino e l’area metropolitana quanto più possibile omogenea e integrata. Fonte: Regione Piemonte