di 

Smart Working, pronti per partire? Un percorso in tre appuntamenti a #FPA2015

Anche quest’anno la rete WISTER-SGI (Women for Intelligent and Smart Territories) sarà presente a FORUM PA.
Una presenza che si articolerà attraverso tre diversi momenti, tutti dedicati allo smart working.
Innovazione e trasformazione digitale: cambia il modo in cui produciamo, in cui consumiamo. In altre parole cambia il modo in cui lavoriamo.

Anche quest’anno la rete WISTER-SGI (Women for Intelligent and Smart Territories) sarà presente a FORUM PA.
Una presenza che si articolerà attraverso tre diversi momenti, tutti dedicati allo smart working.
Innovazione e trasformazione digitale: cambia il modo in cui produciamo, in cui consumiamo. In altre parole cambia il modo in cui lavoriamo.

Saranno due i momenti di #FPA2015 Academy (27 e 28 maggio, sempre dalle 11 alle 11.50): con la prima sessione proveremo a tracciare lo scenario dello smart working, tra policy e tecnologia.
Scopriremo quali sono i numeri in Italia e la rilevanza delle buone pratiche già adottate da aziende e enti locali. Scopriremo così come conciliare sistemi di welfare aziendale e welfare territoriale, dare valore alle risorse attraverso un uso intelligente della tecnologia. In particolare analizzeremo, grazie alla presenza di Antonella Marsala (ITALIA LAVORO), responsabile del progetto La FemMe (Lavoro Femminile nel Mezzogiorno) che mira a sostenere l’occupazione femminile nelle regioni del sud. Avremo così l’occasione di scoprire le molteplici applicazioni di smart working monitorate nell’ambito di La FemMe.

Nel pomeriggio del 27 maggio sarà tempo di creativity room (dalle 15.30 alle 17.30). Introduce la sessione di lavoro Flavia Marzano, Presidente degli Stati Generali per l’Innovazione, supportata da Francesca Maria Montemagno.
WISTER-SGI ha deciso di porre l’attenzione durante questa edizione di FORUM PA sullo smart working perché supportare la cultura dell’innovazione significa fare innovazione in modo concreto. Ecco che la tematica intorno al lavoro intelligente diventa cruciale nel cambiamento e nel rinnovamento dei territori. Con la creativity room costituita da tavoli tematici coordinati dalle donne WISTER si vuole mettere in pratica quel meccanismo virtuoso della condivisione delle esperienze, dell’analisi dei casi di buona pratica per poter individuare i fattori di successo. Le dimensioni analizzate durante il lavoro ai tavoli saranno linguaggio, tecnologia, mobilità, riqualificazione del territorio, policy, organizzazione, azienda 3.0. Ogni tavolo avrà una coordinatrice WISTER-SGI che stimolerà la discussione dopo aver fornito la nuvola delle parole chiave della dimensione oggetto della discussione.
I tavoli avranno a disposizione 60 minuti per analizzare e proporre i punti cruciali. I risultati verranno raccolti in conclusione della sessione di lavoro e rielaborati in vista della sessione del secondo momento di FPA Academy.

WISTER e i partecipanti si ritroveranno così il 28 mattina, dalle 11 alle 11.50, per condividere le evidenze della creativity room. Ne discuteremo in compagnia di Leda Guidi (Responsabile Comunicazione con i Cittadini e Responsabile Rete Civica Iperbole/Internet) e Paola Borzi (Provincia di Trento) che ci presenteranno il loro punto di vista di amministratrici e condivideranno le loro esperienze dirette. Quella dello smart working è una policy ancora scarsamente diffusa all’interno della Pubblica Amministrazione. Laddove l’amministrazione ha spinto per la sua diffusione e adozione, i risultati sono incoraggianti in termini di efficienza della risorsa umana e in termini di valorizzazione delle risorse a bilancio. Purtroppo i dati evidenziano che all’interno delle aziende e degli enti, erroneamente, ancora il concetto di produttività è legato alla maggior permanenza in ufficio.

Coordinerà gli eventi per la rete WISTER-SGI Francesca Maria Montemagno, ex communication & policy manager nel settore privato, oggi partner di una società che si propone come partner nella trasformazione digitale.