Dossier

Open Data Campania | Regione Campania punta all'empowerment!

di Marina Bassi

Il progetto Open Data Campania, promosso e realizzato da Regione Campania, nell’ambito del Contratto Quadro Consip con il supporto di Almaviva, Almawave, Indra e Pwc, in collaborazione con FPA, è un’iniziativa di apertura e valorizzazione del patrimonio informativo pubblico regionale.

Il progetto ha l’obiettivo di consolidare quanto finora realizzato in ambito Open Data e incrementare la disponibilità, in formati aperti, dei dati pubblici definendo processi stabili di produzione e pubblicazione concordati con tutte le Direzioni Generali. Uno degli aspetti più importanti del progetto è trasferire il know-how al personale interno per poter raggiungere l’autonomia nei processi di gestione dei dati. L’idea a cui tendere è quella poi di condividere l’esperienza anche con il territorio ed allargare la community Open Data di Regione Campania.

Condizione necessaria per raggiungere tali obiettivi è la diffusione della cosiddetta cultura del dato che lo elevi a vera ricchezza a disposizione del governo regionale, delle imprese, delle associazioni e dei cittadini del territorio per le opportunità di business che i dati aprono, per i servizi efficienti che consentono di implementare e per le politiche consapevoli che permettono di assumere.

Le attività di progetto sono pensate in una doppia vocazione tecnologica e culturale. Sul piano tecnologico, Regione Campania punta a:

  • Raggiungere l’automatismo nella produzione degli Open Data e a istituire un modello operativo e organizzativo in grado di rendere autonomi gli uffici coinvolti nella produzione dei dati e garantire processi omogenei e stabili di pubblicazione dei dataset;
  • Capitalizzare un percorso di innovazione già intrapreso e che ha portato alla realizzazione della piattaforma i.Ter, Geographic Cloud pubblico della Regione Campania sviluppato in tecnologia Open Source, per semplificare i workflow di gestione della conoscenza territoriale, supportare le varie Direzioni Generali nei processi decisionali e pubblicare le informazioni regionali, anche nel contesto geografico, in logica Open Data.

Il modello del progetto è costruito con l’intenzione di implementare e rendere permanente la cultura di approccio all’Open Government, costruendo un nuovo rapporto tra PA e cittadini basato sui principi di trasparenza, apertura e collaborazione. Per far questo, lo strumento più utile sarà costituito dallo sviluppo di conoscenze e competenze adeguate nelle persone che saranno coinvolte nelle procedure e nei processi di liberazione degli open data al fine di emanciparle e renderle autonome. Saranno quindi previste azioni di:

• empowerment dei Referenti Open Data interni alle Direzioni, ovvero un’azione di awareness building sul tema e di rafforzamento delle competenze. Si tratta di un intervento funzionale composto da incontri formativi in presenza e su piattaforma, che fornisce skill fondamentali per garantire una governance di lungo periodo del progetto e allo stesso tempo strumentale alla diffusione di una cultura del dato aperto;

• engagement del territorio, ovvero un’azione di coinvolgimento degli stakeholder nel processo di apertura del patrimonio informativo pubblico campano. L’azione prevista dal progetto è finalizzata, da una parte all’informazione sui risultati delle attività organizzate sul territorio e sulle operazioni di apertura e trasparenza che la Regione sta mettendo in atto; dall’altra parte, di effettiva partecipazione al processo di apertura del patrimonio informativo pubblico regionale attraverso iniziative di coinvolgimento nelle diverse fasi (scelta dei dataset, definizione delle soluzioni di federazione delle PA locali, riuso dei dataset liberati), per cui si prevedranno eventi sul territorio e incontri di coinvolgimento degli stakeholder.

Contenuti del Dossier