di 

La PA Social arriva in libreria

Il libro di Francesco Di Costanzo, che raccoglie i contributi di giornalisti, comunicatori pubblici, esperti del settore e del Governo che in questi mesi hanno dato vita al gruppo di lavoro #pasocial, verrà presenatato il 15 febbraio a Roma presso la Presidenza del Consiglio. Le iscrizioni sono aperte

Foto di Shawn Campbell rilasciata sotto licenza cc - https://flic.kr/p/8FBu6H

“La pubblica amministrazione deve stare dove stanno le persone, aprire il dialogo dove i cittadini si sentono ‘comodi’, a proprio agio, utilizzare i mezzi che i cittadini scelgono quotidianamente”. Così si legge nelle prime pagine di ‘PA SOCIAL, Viaggio nell’Italia della nuova comunicazione tra lavoro, servizi e innovazione’, libro curato da Francesco Di Costanzo – ideatore della campagna #pasocial – ed edito da Franco Angeli Editore. Il volume, che uscirà nelle librerie lunedì 13 febbraio, inquadra la rivoluzione in atto nella Pubblica Amministrazione, una rivoluzione che parla di Web 2.0, di Social Network e messaggistica istantanea.

Francesco Di Costanzo, che sarà anche uno dei protagonisti di Forum PA 2017, presenterà il volume il 15 febbraio a Roma presso la Presidenza del Consiglio (9,30-13,30 - Sala Monumentale, Largo Chigi, 19), nel corso dell’evento ‘La nuova comunicazione pubblica al servizio dei cittadini: esperienze sul campo e progetti per il futuro’.

Il libro, che nasce dall’esperienza di #pasocial, raccoglie i contributi di giornalisti, comunicatori pubblici, esperti del settore e del Governo che in questi mesi hanno dato vita al gruppo di lavoro che, a sua volta, ha sviluppato appuntamenti e occasioni in cui promuovere la formazione, il confronto e la divulgazione sui temi della nuova comunicazione sia a livello territoriale che centrale.


Leggi il dossier di FPA "La PA diventa social, strategie di comunicazione pubblica e buone pratiche"


Negli ultimi anni non solo la tecnologia sta evolvendo con una velocità che neanche la Legge di Moore riesce più a descrivere, ma anche la comunicazione – e con essa le sue regole – è soggetta a continui e repentini mutamenti. Social Network come Facebook, Instagram, Twitter e chat come Telegram, Messenger e Snapchat stanno riconfigurando giorno dopo giorno le dinamiche comunicative, formando nuovi linguaggi, nuovi servizi e anche nuove figure professionali. Di fronte a questi cambiamenti le pubbliche amministrazioni italiane, le aziende pubbliche e gli enti statali stanno cercando di tenere il passo, abbandonando la naturale propensione alla comunicazione top-down in favore di un sistema a rete, che cerca di coinvolgere i cittadini in una logica osmotica. Per fare questo però servono persone preparate, professionali, che sappiano come imporre questo cambiamento culturale nell’approccio, nell’organizzazione e negli strumenti di lavoro.

L’evento di presentazione del libro sarà anche l’occasione per tirare le somme e immaginare il futuro del mondo della comunicazione pubblica e del rapporto tra questa e la pubblica amministrazione. Per registrarsi all’evento si può mandare una email a nuovacomunicazione@governo.it.