di 

FORUM PA Puglia - Dalla Puglia una proposta per l'invecchiamento attivo

FORUM PA Puglia: il 4 e 5 maggio, 2 giorni per condividere politiche e azioni di innovazione con Amministrazioni centrali, Enti Locali, Mondo della ricerca e imprese. Crediamo che gran parte dell’innovazione nasce e cresce nei sistemi regionali, ad opera di innovatori che risiedono nei diversi territori e che generano risposte concrete alle grandi sfide del nostro tempo.

Foto di Simone Graziano Panetto rilasciata in cc https://flic.kr/p/bumQKs

Ripartono da Bari i FORUM PA Regionali, l’iniziativa ideata da FPA per affiancare alla Manifestazione di Roma (quest’anno saremo alla Nuvola di Fuksas) eventi territoriali che diano conto delle politiche di innovazione nelle singole Regioni. Perché crediamo che gran parte dell’innovazione nasce e cresce nei sistemi regionali, ad opera di innovatori che risiedono nei diversi territori e che generano risposte concrete alle grandi sfide del nostro tempo.

E’ il caso della Puglia che ha cambiato le proprie politiche di sostegno all’invecchiamento attivo integrandole con le azioni di diffusione dell’innovazione tecnologica, di aiuto alla ricerca industriale, di promozione della competitività delle proprie imprese.

Perché anche i numeri dell’ultima ricerca Censis raccontano di un territorio sempre meno votato alla natalità: con i minorenni ridotti al 17 percento, 224.000 giovani in meno e nel 2031 gli anziani che saranno 241.000 in più.
Si è corsi ai ripari pensando a come trasformare longevità e invecchiamento da voce di spesa in leva per la creazione di sviluppo, valorizzando le specificità, le energie vitali e i talenti del territorio.

Ecco, quindi, la Puglia del distretto tecnologico H-BIO; l’aggregazione pubblico-privato INNOVAAL; le piattaforme di Cloud Computing e e-Health “PRISMA” e “SMART HEALTH 2.0”; il centro di calcolo RECAS ISBEM; la sperimentazione degli interventi di Partenariati per l’innovazione; i Cluster tecnologici regionali e Living Labs. Un sistema che ha consentito di condividere nei territori regionali conoscenze e risorse partendo dalla domanda locale e sviluppando best practice collaborative.

E da parte della Commissione Europea è arrivato il riconoscimento di Reference Site WI FI (Wealth and Innovation against aging Frailtiesand Illness), che certifica la maturità dei processi avviati.

Nasce da queste convinzioni FORUM PA Puglia. Due giorni di lavoro, organizzati a Bari da Regione Puglia e FPA, per mettere a confronto il mondo del welfare con quello delle tecnologie.

Il percorso per migliorare la qualità della vita e il benessere delle nostre comunità che, secondo stime dell’ONU, nel 2050 potrebbero essere composte al 38% di anziani di più di 65 anni passa per la diffusione delle tecnologie digitali. Perché la diffusione dell’innovazione digitale può favorire l’assistenza domiciliare di equipe di specialisti che condividono dati clinici e possono operare da remoto (telemedicina, teleconsulto...); può cambiare la qualità della vita delle persone che assistono con l’attivazione di servizi on line e smart working; può rendere i luoghi in cui viviamo molto più comodi e fruibili con l’IoT. Ma soprattutto perché la trasformazione digitale crea un ecosistema economico e sociale di sviluppo sul territorio.

Il 4 e 5 maggio a Bari FORUM PA Puglia ne dibatteranno il tavolo del Coordinamento Tecnico della Commissione Speciale Agenda Digitale della Conferenza delle Regioni; i rappresentanti dei Reference Site italiani di EIP-AHA con le testimonianze di Danimarca, Scozia e Spagna; gli esperti del Cluster Tecnologico nazionale Tecnologie per gli Ambienti di vita.

Per partecipare ai lavori consultate il programma e iscrivetevi.