di 

La sicurezza stradale in Provincia di Pordenone

Il progetto sulla sicurezza stradale, promosso e organizzato dalla Provincia di Pordenone nel 2009, ha previsto attività di informazione, prevenzione e sensibilizzazione sul delicato tema della sicurezza stradale; si tratta infatti di un argomento complesso e delicato, ma di fondamentale importanza per lo sviluppo della società moderna, altamente informatizzata e tecnologica: nuovi bisogni e necessità della società moderna hanno portato ad un notevole aumento della circolazione stradale, a cui sono seguite varie conseguenze negative per l’intera popolazione

Il progetto sulla sicurezza stradale, promosso e organizzato dalla Provincia di Pordenone nel 2009, ha previsto attività di informazione, prevenzione e sensibilizzazione sul delicato tema della sicurezza stradale; si tratta infatti di un argomento complesso e delicato, ma di fondamentale importanza per lo sviluppo della società moderna, altamente informatizzata e tecnologica: nuovi bisogni e necessità della società moderna hanno portato ad un notevole aumento della circolazione stradale, a cui sono seguite varie conseguenze negative per l’intera popolazione: tra di queste, l’inquinamento dell’aria, l’inquinamento acustico, la congestione del traffico e gli incidenti stradali. Una corretta formazione e informazione sul tema della sicurezza stradale influisce positivamente sul senso civico di una persona. Non bisogna dimenticare che la sicurezza stradale riguarda tutti, nessuno escluso: automobilisti, ciclisti, motociclisti, pedoni, ragazzi, adulti, anziani, cittadini italiani, cittadini stranieri…

Il macro-progetto SULLA STRADA PER LA SICUREZZA, svolto dalla Provincia di Pordenone in attuazione della Legge Regionale 14/2008 per promuovere il rispetto del codice della strada e la sicurezza stradale in generale, ha previsto tutta una serie di interventi finalizzati alla sicurezza stradale soprattutto per l’età più esposta ai rischi, cioè i giovani.

La campagna di sensibilizzazione si è articolata in più sottoprogetti, ognuno dei quali ha focalizzato l’attenzione su un determinato ambito della sicurezza stradale (uso cinture sicurezza, uso seggiolini per bambini, astensione dal consumo di alcool e sostanze stupefacenti…).
L’intero progetto, finanziato con fondi regionali stanziati sulla base della Legge Regionale 14/2008, ha richiesto l’investimento di 470 mila euro (iva esclusa). I numeri del progetto rispondono di questa importante cifra investita: 6000 DVD INFORMATIVI, 8000 tra SPOT televisivi e radiofonici, pagine/canali dedicati su FACEBOOK e YOU TUBE, oltre 60.000 copie di MATERIALE INFORMATIVO tra brochure, locandine, flyer, migliaia di accessi di visitatori sul sito ufficiale www.sicurisullastrada.info , presenza quotidiana su STAMPA, TV, RADIO.

A seguire viene riportata una carrellata veloce dei sottoprogetti che sono stati realizzati, con breve descrizione delle finalità e delle modalità.

Il progetto BEVI CON MISURA, MISURA QUANTO BEVI ha previsto la realizzazione di una video-lezione circa gli effetti che l’assunzione di alcolici ha sulla percezione del rischio; è stato predisposto inoltre un test di verifica per valutare l’effettivo apprendimento dei contenuti. Video e test sono stati distribuiti a tutti i guidatori chiamati davanti alla Commissione Medica per una valutazione della propria integrità mentale - emotiva. L’utente veniva obbligato a restituire il test debitamente compilato, così facendo la fruizione della video-lezione era diventata un passaggio obbligatorio per rientrare in possesso della patente di guida
 

Il progetto BUONA LA NOTTE mirava a ridurre l’uso di alcolici e sostanze psicoattive negli spazi di intrattenimento frequentati dai giovani (discoteche, pub, locali notturni …) al fine di ridurre il numero di “incidenti stradali del sabato sera”. Gli operatori e le “sicuriñas” (giovani ragazze di bella presenza) si recavano nei locali della provincia, facevano compilare ai ragazzi un semplice questionario, spiegavano risultati e rischi della guida sotto effetto di alcolici o sostanze stupefacenti, mediante depliant illustrativi, gadget (pen - drive contenente lo spot della campagna, tabelle alcolemiche, foto, informazioni utili).
 

Il progetto CAMBIA L’ARIA SULLA STRADA mirava a sensibilizzare l’opinione pubblica e la cittadinanza dell’intera provincia attraverso un tour itinerante e attraverso la somministrazione di un questionario anonimo autocompilato per valutare il gradimento dell’iniziativa. La campagna “on the road” si è svolta con un camper (motorhome) griffato che attraversa tutti e 51 i comuni della provincia sostando nelle piazze principali e nei luoghi di massima affluenza. Durante le tappe sono stati distribuiti gadget promozionali (portachiavi, kit pronto soccorso, giubbetto catarifrangente, adesivi, spille), depliant informativi, cartoline illustrative.
 

Il progetto CORSO DI GUIDA SICURA ha previsto la partecipazione di 25 giovani tra i 18 e 25 anni ad un corso di guida con esercitazioni pratiche presso la scuola “Guidare pilotare” di Stohr. Si è basato su approfondimenti teorici ed esercizi pratici sulle piste attrezzate del circuito di Misano Adriatico (frenata d’emergenza, sovra e sotto sterzo, prova dell’alce, skill car), sessioni su pista internazionale in alta velocità in totale sicurezza. Sono state utilizzate auto appositamente allestite per prove ed esercitazioni in totale sicurezza (BMW 320, BMW330, Mini Cooper, BMW ONE bturbo…)
 

Il progetto VACANZA COI FIOCCHI si è realizzato con una campagna di sensibilizzazione focalizzata sulla sicurezza stradale nei giorni di maggiore esodo verso i luoghi di villeggiatura nei periodi estivi o festivi. Ha previsto la distribuzione di gadget e materiale informativo, tra il mese di luglio e agosto, in corrispondenza di alcuni caselli autostradali del Nord Est, durante week-end ad alta concentrazione di veicoli sulle strade
 

Il progetto di VIDEO SULLA SICUREZZA STRADALE si è concretizzato con la realizzazione di un video sulla sicurezza stradale destinato al mondo scolastico della provincia di Pordenone.
Sono state montate immagini, interviste con le forze dell’ordine e ad esperti del settore, contributi di medici specialisti nel campo dell’alcologia, filmati di incontri con ragazzi ed operatori del settore Riprese durante posti di blocco, uso etilometri, contributo del campione di pugilato PAOLO VIDOZ , il tutto con uno stile dinamico, giovane, accattivante.
E’ stata realizzata una massiccia campagna informativa attraverso i principali mezzi di comunicazione al fine di divulgare un messaggio positivo e di sensibilizzare tutti i target possibili: diffusione di spot televisivi con testimonial famosi (Andrea Pellizzari e Gabriella Paruzzi, campionessa olimpica di sci) e spot radiofonici, oltre le pubblicità su quotidiani.
Durante tutto il corso del progetto, il portale web www.sicurisullastrada.info ha fatto da supporto informativo e illustrativo ai vari sottoprogetti. L’intera iniziativa infatti è stata aggiornata di volta in volta sul portale, dove vengono anche caricati contenuti riferiti ai diversi sottoprogetti
 

Il progetto ALLACCIALI ALLA VITA è consistito nella realizzazione di una campagna informativa per incentivare l’uso dei seggiolini e delle cinture di sicurezza per i bambini. Si è basato sulla distribuzione di materiale informativo presso gli asili nido e le scuole materne in tutti i comuni della Provincia nonché attraverso la spedizione per posta ai neo genitori della Provincia.
Il progetto di EDUCAZIONE STRADALE PER CITTADINI STRANIERI ha voluto organizzare degli incontri formativi e distribuire materiale informativo plurilingua per incrementare le conoscenze dei cittadini stranieri relativamente alla sicurezza stradale. Ci sono stati momenti di scambio e confronto diretto tra “utenti della strada” e operatori e personale esperto e competente

Il progetto ALLACCIATI ALLA VITA si è posto l’obiettivo di sensibilizzare il mondo dei giovani sull’importanza dell’uso delle cinture di sicurezza in automobile: si è voluto comunicare concetti e priorità in modo semplice, immediato ed efficace, attraverso l’uso di immagini, in particolare con il fumetto del personaggio Oscar (realizzato ad hoc per la campagna) che racconta una “storia di vita”.

Il progetto NO BINGE DRINKING ha voluto sensibilizzare il mondo scolastico (classi prime e seconde degli istituti superiori della provincia di Pordenone) sul concetto del “non bere per ubriacarsi”, nel tentativo di diffondere un messaggio positivo, incoraggiando i ragazzi a realizzare un proprio stile di vita. Ha previsto interventi presso le scuole, conferenze programmate, attività condivise con i docenti , diffusione di materiale informativo e la distribuzione di una dispensa finale riassuntiva.

L’intero progetto “Sulla strada per la sicurezza” ha dato ottimi risultati e sono stati compiuti soddisfacenti progressi in ambito di sicurezza stradale.
L’iniziativa ha infatti incontrato interesse e curiosità presso tutte le fasce d’età grazie alla capillarità delle azioni intraprese, all’originalità dei mezzi utilizzati e alla multisettorialità dei sottoprogetti.
Punto di forza della campagna l’impostazione, di ogni attività e materiale realizzato, basata sulla diffusione di un MESSAGGIO POSITIVO, senza creare paure e timori nel pubblico; si è cercato quindi di evitare ogni strumentalizzazione del concetto di sicurezza stradale e le tanto trasmesse campagne di sensibilizzazione basate su concetti negativi, immagini “splatter”, morte e dolore.