di 

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Il Garante per la protezione dei dati personali è un’autorità indipendente istituita per assicurare la tutela dei diritti e delle libertà fondamentali nel trattamento dei dati personali ed il rispetto della dignità degli individui. E’ un organo collegiale, composto da quattro membri eletti direttamente dal Parlamento, i quali rimangono in carica per sette anni. Alle dipendenze del Garante è posto un Ufficio con un organico previsto in centoventicinque unità.

I compiti del Garante sono fissati dalla legge. Essi riguardano la verifica del rispetto delle norme poste a salvaguardia della vita privata; l’esame delle segnalazioni, dei reclami e dei ricorsi presentati dai cittadini; la possibilità di vietare o bloccare alcuni trattamenti di dati quando c’è il rischio di gravi pregiudizi per le persone; il controllo, anche per conto dei cittadini, sui trattamenti dei dati effettuati dalle forze di polizia e dai servizi di sicurezza; la possibilità di ispezioni con accesso diretto alle banche dati; la denuncia all’autorità giudiziaria dei casi più gravi di violazione della legge; la diffusione fra il pubblico della conoscenza delle norme in materia di privacy; la promozione di codici deontologici per diverse categorie di operatori; il rilascio delle autorizzazioni generali per il trattamento di particolari categorie di dati; la partecipazione alle attività comunitarie e internazionali, in particolare nell’ambito delle autorità comuni di controllo previste dalle convenzioni internazionali (Europol, Schengen, Sistema informativo doganale).
Il Garante segnala al Parlamento e al Governo gli interventi normativi da adottare in materia di protezione dei dati personali, ed esprime pareri su norme regolamentari e atti amministrativi emanati da amministrazioni pubbliche; ogni anno presenta al Parlamento e al Governo una relazione sull’attività svolta.