Cagliari 28-29 aprile: è di scena il FORUM PA SARDEGNA

Home Città e Territori Cagliari 28-29 aprile: è di scena il FORUM PA SARDEGNA

Sono aperti l’accredito e le iscrizioni alla Manifestazione in programma il 28 e 29 aprile a Cagliari, presso la Fiera Internazionale della Sardegna. L’Agenda Digitale regionale e le sue priorità (accesso ai
servizi, agilità dell’amministrazione, semplificazione della burocrazia,
strumenti di partecipazione); le azioni per l’integrità e la trasparenza,
fondamento della lotta alla corruzione; le attività di sostegno alle imprese
volte sia ad elevarne lo standard di qualità che a favorirne la nascita, la
crescita e l’internazionalizzazione. Questi i tre ambiti al centro della Manifestazione, secondo appuntamento dei FORUM PA Regionali organizzati da FPA.

30 Marzo 2016

C

Carlo Mochi Sismondi

Dopo l’esperienza largamente positiva fatta con il FORUM PA LOMBARDIA, svolto lo scorso 28 e 29 gennaio, FPA varca il mare e raggiunge la Sardegna per un’altra tappa del nostro straordinario viaggio tra le innovazioni delle nostre regioni.

Tutti conosciamo la Sardegna e le sue bellezze, tutti abbiamo però presenti anche le sue contraddizioni: la deindustrializzazione, le potenzialità eccezionali solo in parte sfruttate, la drammaticità di una crisi che richiede scelte coraggiose e urgenti. In questo contesto l’innovazione non è un’opzione, ma una ineludibile necessità per poter sperare di accrescere la qualità della vita dei cittadini che vivono nell’isola secondo un progetto di sviluppo sostenibile e di crescita inclusiva.

Su queste basi nasce FORUM PA Sardegna che FPA e la Regione Autonoma della Sardegna propongono alla Fiera di Cagliari il 28 e il 29 aprile prossimi, nel segno di una nuova fiducia da costruire sulle solide basi di un’innovazione necessaria.

Sono aperti l’accredito e le iscrizioni alla Manifestazione

“Per una maggiore qualità della vita: innovazione, sviluppo sostenibile, trasparenza e integrità. Le sfide per la Sardegna 2020”: questo il titolo dell’evento. Quattro i i grandi temi sul tappeto: l’Agenda digitale sarda con le sue priorità date dall’accesso ai servizi, dall’agilità dell’amministrazione, dalla semplificazione della burocrazia, dagli strumenti di partecipazione; le azioni per l’integrità e la trasparenza che costituisce il fondamento della lotta alla corruzione; l’attività di sostegno all’imprenditoria per rendere il sistema produttivo regionale flessibile così da consentire alle imprese di usare le trasformazioni del mercato e della tecnologia come occasioni di nuovo sviluppo; infine la riforma della governance locale per un riordino istituzionale che punti sì al rigore, ma ancor di più allo sviluppo delle economie locali attraverso un nuovo protagonismo degli Enti Locali e delle loro associazioni e Unioni.

Come sempre accade nei nostri FORUM PA REGIONALI, i temi saranno occasione di uno stringente e concreto confronto, lontano dalle passerelle formali, tra gli operatori pubblici e privati, tra le aziende portatrici di innovazioni e di tecnologie e le istituzioni che si stanno incamminando sulla via della modernizzazione. Non c’è infatti sviluppo possibile senza una produttiva e coerente Partnership Pubblico-Privata e senza uno sforzo comune per importare, rispettando la propria storia e la propria unicità, le migliori esperienze italiane ed internazionali.

A questo appuntamento FPA chiama quindi a Cagliari tutti gli innovatori italiani: le imprese di tecnologie e di servizi avanzati che possono essere partner nel processo d’innovazione della regione, le amministrazioni regionali e locali, le camere di commercio, le imprese grandi e piccole del territorio, le forze economiche e sociali, le università e i tanti eccellenti centri di ricerca dell’isola. La strada dell’innovazione non si può percorrere da soli.

Su twitter: #forumpasardegna

Chi fosse interessato a diventare partner del FORUM PA Sardegna, può scrivere ad Antonio Veraldi, Direttore marketing strategico FPA: a.veraldi@forumpa.it

Su questo argomento

2050, obiettivo impatto zero: dati e tecnologie per il controllo delle risorse territoriali