Dopo l’emergenza, la ripartenza. Il punto di vista delle città a Modena Smart Life - FPA

Dopo l’emergenza, la ripartenza. Il punto di vista delle città a Modena Smart Life

Home Città e Territori Dopo l’emergenza, la ripartenza. Il punto di vista delle città a Modena Smart Life

Appuntamento domani alle 9,15 per la live conference “Il futuro delle città. Dall’emergenza alla ripresa” con i sindaci delle città di Modena, Torino, Ancona, Parma, Cagliari, la moderazione di Gianni Dominici di FPA e la partecipazione di Andrea Falessi di Open Fiber

23 Settembre 2020

M

Clara Musacchio

Ricercatrice FPA

Photo by Leo Rivas on Unsplash - Photo by Leo Rivas on Unsplash

Ascolta l'articolo

Nei mesi del lockdown il Paese ha vissuto uno stress sociale, economico e istituzionale senza precedenti, andando incontro, dopo l’11 settembre e lo shock finanziario del 2008, a quella che si prospetta come la terza più grave crisi del 21° secolo (secondo le stime di OCSE, 2020).

Nel mese di marzo 2020 la mortalità in Italia è aumentata quasi del 50% rispetto alla media, nello stesso periodo, dei 4 anni precedenti. Il PIL è crollato del 5,3%, gli investimenti del 6,6%, mentre nella fase 1 dell’emergenza il 45% delle imprese ha sospeso la propria attività (Istat, 2020).

Questi impatti hanno colpito le città in maniera non simmetrica, ma comunque eccezionale, e per le amministrazioni locali, “le più esposte dello Stato”, l’emergenza sanitaria è stata immediatamente un’emergenza amministrativa e organizzativa.

La rapidità di reazione dei Comuni, testimoniata dalla capacità di erogare in pochi giorni più di 400 milioni di buoni spesa, di mobilitare e coordinare le forze del terzo settore e della protezione civile per il supporto alle categorie più fragili, di abilitare la cittadinanza alla fruizione digitale di moltissimi servizi, è stata straordinaria e ora è giunto il momento di progettare la ripartenza.

“L’accelerazione più urgente è quella che riguarda il futuro del nostro fragile pianeta”, ha detto la presidente Ursula Von Der Lyen nella sessione plenaria del Parlamento europeo dello scorso 16 settembre, indicando obiettivi ambiziosi di riduzione delle emissioni dal 40 al 55% entro il 2030 e di assoluto protagonismo dell’UE a livello globale nei processi di digitalizzazione.

Con una quota del 25% degli investimenti del Recovery Fund che passeranno per i Comuni, le città potranno avere un ruolo di primo piano nella gestione dei fondi che arriveranno dall’Europa e nella costruzione di una visione per il futuro e per la crescita del Paese.

Sarà su questi temi che domani a partire dalle 9,15 si animerà il dibattito sul futuro delle città nell’ambito di Modena Smart Life. Il confronto sarà tra i sindaci delle città di Modena, Torino, Ancona, Parma, Cagliari, con la moderazione di Gianni Dominici di FPA e la partecipazione di Andrea Falessi di Open Fiber.

L’appuntamento è alle 9,15. Si può seguire la diretta dalla pagina dell’evento

Su questo argomento

Progettare il futuro: Modena riparte dal “lato umano” delle tecnologie