Layla Pavone: il salto di qualità per il nostro paese passa dagli “ecosistemi”

Layla Pavone: “Solo avendo ecosistemi si può fare il salto di qualità che il nostro Paese necessita"
Home PA Digitale Layla Pavone: il salto di qualità per il nostro paese passa dagli “ecosistemi”

A FORUM PA 2022 abbiamo incontrato Layla Pavone, Responsabile Board per l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale del Comune di Milano. Abbiamo parlato di PNRR, ma anche di welfare cittadino ed ecosistemi di innovazione

23 Giugno 2022

Layla Pavone: “Solo avendo ecosistemi si può fare il salto di qualità che il nostro Paese necessita"

A FORUM PA 2022, Layla Pavone, Responsabile Board per l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale del Comune di Milano ci ha raccontato come si sta approcciando la città alle misure relative alla digitalizzazione, previste dal PNRR. Layla Pavone commenta l’opportunità del PNRR come “un boost di innovazione per arrivare al 2030 ad una vera e propria trasformazione digitale ma anche culturale”. Il Comune di Milano affronta questa ondata di rinnovamento con il Board per l’innovazione tecnologica e digitale che riunisce tutti gli stakeholder in una logica di partenariato pubblico-privato, perché “solo avendo ecosistemi si può fare il salto di qualità che il nostro paese necessita”.

In questa intervista, Layla Pavone ci racconta meglio anche il progetto WE MI, che si distingue per essere uno di quei progetti totalmente dedicati al welfare del cittadino e conclude commentando il valore aggiunto per il Comune di Milano di far parte della community di ICity Club – l’Osservatorio della trasformazione digitale urbana di FPA: “Credo molto nelle grandi opportunità che ognuno di noi è in grado di ricevere dagli altri e il fatto di potersi scambiare le esperienze è un acceleratore che ci permette di fare sistema, facendo sì che quello che sta funzionando possa essere replicabile altrove”.

Milano partecipa a ICity Club, l’Osservatorio della trasformazione digitale urbana di FPA

Su questo argomento

PA e migrazione in Cloud: buone pratiche e modelli di procurement per vincere la sfida dell’attuazione