Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Cittadinanzattiva su pubblicizzazione curriculum chirurghi: ottima iniziativa, attenzione anche alla umanizzazione delle cure

Home Open Government Partecipazione e Trasparenza Cittadinanzattiva su pubblicizzazione curriculum chirurghi: ottima iniziativa, attenzione anche alla umanizzazione delle cure

“Un motivo di orgoglio per i chirurghi e una garanzia per i cittadini”. Così giudica Cittadinanzattiva la proposta del ministro Brunetta di render pubblici dal prossimo anno i curricula e gli score professionali dei chirurghi. “Una proposta che ci trova perfettamente d’accordo”, dice Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva.

18 Settembre 2008

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

“Un motivo di orgoglio per i chirurghi e una garanzia per i cittadini”. Così giudica Cittadinanzattiva la proposta del ministro Brunetta di render pubblici dal prossimo anno i curricula e gli score professionali dei chirurghi. “Una proposta che ci trova perfettamente d’accordo”, dice Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva.

“Si presti però attenzione anche all’umanizzazione delle cure. Un chirurgo si giudica bravo, dal punto di vista del cittadino, non solo per gli esiti favorevoli delle operazioni ma anche per la correttezza e l’umanità nei confronti del paziente. Questo può essere valutato attraverso gli strumenti che da anni abbiamo messo in campo con il nostro Tribunale per i diritti del malato, come l’Audit civico e la Carta della qualità in chirurgia, che permettono di valutare anche l’umanizzazione delle cure: dalla capacità di comunicazione e informazione di un medico all’accoglienza nei reparti, alla disponibilità nei confronti di pazienti e familiari”.

FONTE: Cittadinanzattiva

Su questo argomento

Le città verso la nuova politica di coesione e l’iniziativa urbana europea