di 

Community, riuso, civic tech e open data: ecco Comunweb. L’intervista di Gabriele Francescotto (Opencontent - Consorzio dei Comuni Trentini) a InnovaTiVi

Nato nel 2012 su iniziativa di alcuni attori locali, in particolare il Consorzio dei Comuni Trentini, il progetto Comunweb si poneva l’obiettivo di migliorare la comunicazione dei propri enti soci utilizzando il web. Il progetto si è poi evoluto e oggi conta oltre 200 enti locali aderenti, 2.500 amministratori coinvolti, 1.100 dipendenti attivi, 25.000 visitatori giornalieri. Un percorso raccontato da Gabriele Francescotto (Opencontent - Consorzio dei Comuni Trentini) in questa intervista alla web tv di FORUM PA 2017.

Foto di Michael Coghlan in licenza CC - https://www.flickr.com/photos/mikecogh/5288007926/

Trasparenza, aggiornamento e gestione dei dati, multicanalità, raccolta e strutturazione di informazioni che arrivano direttamente dai cittadini. Queste le azioni e i punti di forza di Comunweb, progetto nato nel 2012 su iniziativa del Consorzio dei Comuni Trentini,

Oggi tutti i siti web dei Comuni e Comunità di valle in Trentino (tranne rare eccezioni) sono gestiti con questo tipo di tecnologia che sempre più sfrutta le opportunità offerte dai dispositivi mobile.

Una piattaforma progettata per essere scalabile, riusabile e adattabile, sostenuta da un ecosistema collaborativo, un’innovativa architettura informativa e un apparato di dati, informazioni strutturate, contenuti e servizi orientati a costruire un nuovo dialogo tra amministrazioni e tra cittadini e PA, all'insegna della trasparenza, della collaborazione e della partecipazione civica, del risparmio economico, in piena compliance con la normativa vigente. Questo è Comunweb, che offre diversi servizi tra cui SensorCivico e Dimmi2.0, come ci racconta Gabriele Francescotto (Opencontent - Consorzio dei Comuni Trentini).