Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ON LINE GLI ATTI – Smart working: lavorare in sicurezza

Terzo e ultimo appuntamento del ciclo di tre webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Microsoft per approfondire diversi aspetti dello smart working attraverso esempi pratici e con un focus sulle tecnologie che permettono di supportare questa scelta, in particolare le Soluzioni di mobility e Unified Communication.

Le nuove tecnologie consentono di poter lavorare senza essere vincolati alla presenza fisica sul posto di lavoro. Una scelta che, oltre a favorire la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, fa anche aumentare la produttività, tanto che diverse aziende la stanno già adottando anche in Italia: nell’ultimo anno è raddoppiato il numero delle grandi imprese che hanno in atto progetti strutturati di Smart Working (17% nel 2015, contro l’8% del 2014). Lo smart working o lavoro agile, versione più evoluta del tradizionale telelavoro, dovrebbe avere finalmente a breve una cornice normativa, prevedendo – dato non da poco – la possibilità di applicazione anche ai dipendenti delle Amministrazioni Pubbliche ed estendendo alla Pa una logica di valutazione basata sui risultati.

Giovedì 5 maggio il focus è sul tema della protezione dei dati utilizzati ed elaborati dal lavoratore.

GLI ATTI DEL WEBINAR

  • Maria
    Cristina Daga
    , Avvocato, collabora con P4I – PARTNERS4Innovation >> SLIDE

  • Emanuele
    Amato
    , ICT Manager INAIL >> SLIDE
  • Carlo
    Mauceli
    , National Technology Officer Microsoft Italia >> SLIDE

Altri due gli appuntamenti in programma dedicati al tema del lavoro in mobilità (giovedì 7 aprile > vai agli atti) e agli strumenti per il lavoro agile (giovedì 28 aprile > vai agli atti).

Partecipando a tutti e tre gli appuntamenti si riceverà un “attestato di percorso”.