Torna alla manifestazione Logo manifestazione
Rubrica Online

Gli investimenti locali per cambiare il Paese. Gli appalti e le transizioni [RPAR.36]

16 Giugno dalle 11:30 alle 12:00

Sala BLU

Indirizzo copiato negli appunti

Ideare, progettare e poi realizzare i tanti, tantissimi progetti che vedranno in fermento i nostri territori e le nostre amministrazioni comunali. La fase di realizzazione sarà centrale per dare materialità ad una parte consistente di quelle idee di città, di borghi e di paesi che si stanno freneticamente elaborando nel nostro Paese. Ma come tutti sappiamo i Comuni devono passare da quella fase ardua rappresentata dalla scelta del modello di procurement. E lo devono fare con un’attenzione particolare alla transizione verde. Quali nuovi modelli di procurement e quali nuove competenze servono ai Comuni in questa fase? Come si traducono gli obiettivi per la transizione ecologica in atti di affidamento?

Programma dei lavori

  • Moderano[RPAR.36]

    •  Simona Elmo
      Simona Elmo

      Esperta Fondazione IFEL

      Esperta in materia di politiche di coesione e sviluppo territoriale, ha maturato competenze specifiche in tema sviluppo urbano, interventi territoriali programmati ed attuati da piccoli comuni, investimenti ad impatto sociale e interventi per lo sviluppo rurale. Per IFEL ha curato il coordinamento tecnico e/o il management di diversi progetti di assistenza tecnica ai Comuni, da ultimo SIBaTer Supporto istituzionale all’attuazione della banca delle terre. E’ autrice di diverse pubblicazioni delle collane di IFEL.

    •  Annalisa Gramigna
      Annalisa Gramigna

      Esperta Fondazione IFEL

      Esperto in materia di politiche di innovazione sociale e sviluppo territoriale, ha maturato competenze specifiche in tema qualità dei servizi, processi partecipati, investimenti ad impatto sociale e comunicazione pubblica. Per IFEL ha curato il coordinamento tecnico e/o il management di diversi progetti di assistenza tecnica ai Comuni, da ultimo Valore Comune per la sperimentazione di nuovi modelli di welfare locale. E’ autrice di diverse pubblicazioni delle collane di IFEL.

    • Intervengono
    •  Daniela Luise
      Daniela Luise

      Project manager di Veneto Adapt e responsabile dell'ufficio Informambiente del Comune di Padova Comune di Padova

      Nata a Padova il 22 settembre 1955, ho ottenuto il diploma di Ragioniere nel 1974 presso l’Istituto tecnico P.F. Calvi di Padova. Dopo varie esperienze lavorative, nel 1989 ho iniziato a lavorare al Settore Ambiente del Comune di Padova che stava iniziando a strutturarsi in quel periodo. Ho potuto quindi seguire lo sviluppo del Settore che da una iniziale applicazione delle prime normative ambientali si é sviluppato e strutturato con personale qualificato.

      Ho conseguito il Master Europeo in gestione ambientale e sviluppo sostenibile “M.E.G.A.S.” Università di Ferrara novembre 1999 – giugno 2001 con una tesi su “Contabilità ambientale di un ente locale”.

      Nel 2009 ho conseguito il Certificato Internazionale di Ecologia Umana rilasciato dall’Università di Padova con una tesi sugli Acquisti verdi nella Pubblica Amministrazione.

      Dal luglio 2011 sono Direttore del Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane.

      Sono responsabile dal 2001 dell’Ufficio Informambiente e Agenda 21 che si occupa di promuovere e gestire i percorsi di educazione ambientale e di gestire l’Agenda 21 a Padova.

      Ho partecipato a vari tavoli di lavoro nazionali su: Acquisti verdi presso il Ministero dell’Ambiente, contabilità ambientale gestito da ANPA e consumi sostenibili gestito da ARPA Toscana.

      Ho esperienza nella gestione di progetti europei in quanto per il Comune di Padova sono stata responsabile dei seguenti progetti europei:

      LIFE PARFUM 2007-2009;
      LIFE LAKS 2009-2011;
      LIFE ECO COURTS 2011-2014;
      sono inoltre recentemente stati attivati i progetti:

      IEE Conurbant;
      IEE Covenant Capacity;
      Cooperazione internazionale ENERGIS.

    •  Gelsomina Macchitella
      Gelsomina Macchitella

      Dirigente dello Sviluppo Economico e referente del progetto Appia 2030 Comune di Brindisi

A cura di