Crisi Coronavirus: “L’emergenza ci ha insegnato che possiamo fare cose in tempi rapidissimi”

Home Riforma PA Crisi Coronavirus: “L’emergenza ci ha insegnato che possiamo fare cose in tempi rapidissimi”

Fabio Funari, Direttore del settore pubblica amministrazione di Dell Technologies, intervistato da Gianni Dominici, compone il quadro del post emergenza nella pubblica amministrazione e non solo

24 Giugno 2020

F

Redazione FPA

Il concetto di resilienza sarà centrale al FORUM PA 2020, che quest’anno si terrà dal 6 all’11 luglio in digitale. L’emergenza causata dal Coronavirus, infatti, ci ha insegnato molte cose: uno dei temi fondamentali è stato il fatto che ci siamo adattati all’evento catastrofico, cercando, in pochissimo tempo, di trarre il meglio da quello che avevamo, trasformandolo in valore pubblico.

Molte cose, infatti, non sembravano possibili fino a qualche tempo fa ma, con la pandemia, siamo riusciti a renderle possibili. Questo è avvenuto sia nel mondo del privato che in quello della pubblica amministrazione. Fabio Funari, direttore del settore pubblica amministrazione di Dell Technologies, intervistato da Gianni Dominici per #road2forumpa2020, ha parlato proprio di questo e del fatto che, quando torneremo alla piena normalità, non dobbiamo dimenticarci dei passi in avanti fatti.

L’intervista

“Per la prima volta ho visto che quando vogliamo le cose si possono fare in tempi rapidissimi” dice Funari, “Quando parliamo di innovazione tecnologica, parliamo di cose che ha senso realizzare oggi e non tra un anno e mezzo. In questo periodo sono stati realizzati progetti in pochissimo tempo”.

In questo, la PA ha avuto un ruolo chiave e ha fatto passi in avanti che fino a un mese prima sembravano impossibili. Ci sono delle cose, però, che non sono andate sempre per il meglio: “Si sono anche rivelate delle lacune strutturali con la pandemia” continua Funari, “mi viene in mente il problema della rete e della connettività. È importante che la nostra nazione abbia le capacità di poter collegare tra loro aziende e dipendenti che lavorano da casa. Su questo il passo da fare è ancora molto lungo”.

In questo processo, qual è il ruolo di Dell Technologies? “Noi vogliamo supportare il processo umano con le tecnologie tenendo conto del concetto di sostenibilità” conclude Funari, “L’Italia sulla sostenibilità non è fanalino di coda. Noi abbiamo obiettivi sani che porteranno a fare dei progressi nel prossimo futuro”.

Su questo argomento

PA e innovazione: “In emergenza la lentezza diventa un problema urgente”