di 

Tutto trema e noi balliamo - Regione Molise

Foto di Lucio Musacchio in CC www.flickr.com/photos/molisedigitale/3115650866

Il Molise, come tante altre regioni italiane, è una zona a rischio sismico. Se da un lato si tratta spesso di intervenire in situazioni emergenza, dall’altro la dimensione preventiva ha un ruolo fondamentale anche se spesso di fatto sottovalutata. Un primo approccio è legato ad una funzione in qualche modo terapeutica e di supporto psicologico volta a elaborare il trauma vissuto da studenti delle più diverse età. Un secondo approccio è quello della prevenzione dove emerge in modo più netto ed evidente un interessante raccordo tra quelle aree disciplinari di natura scientifica indispensabili per spiegare tanto i fenomeni sismici quanto ciò che può essere fatto per prevenirne i danni.

La genesi di questo progetto sul tema della prevenzione e del rischio sismico nasce a seguito dell’aiuto prestato dalla Regione Molise alla Regione Emilia Romagna: da un evento legato all’emergenza si è pensato di muoversi verso la prevenzione centrando l’azione nella prospettiva della formazione nella fascia della scuola primaria.

Il percorso

A partire dall’anno scolastico 2012-2013 è stata scelta una seconda elementare come classe su cui lavorare: partire da una fascia d’età bassa (7 anni) lascia lo spazio per promuovere percorsi che possono essere sviluppati e rimodulati negli anni successivi come, di fatto, sta accadendo in questo terzo anno di progetto.

La scelta di utilizzare la piattaforma Moodle (http://www.ed-lab.it/lenostreclassi/), nonostante la ridotta età dei bambini, non è legata ad un vezzo tecnologico, ma al tentativo di promuovere competenze digitali che possono operare da tramite nell’unire aree disciplinari spesso troppo separate raccordando compiti tradizionali, ma non per questo meno necessari, della scuola primaria con quanto richiesto dai cambiamenti in atto nella società contemporanea

Partendo dalla progettazione di una serie di attività di lettura e scrittura basate sia su strumenti cartacei sia su strumenti digitali, e recuperando una consolidata attenzione verso i racconti per l’infanzia, ci si è indirizzati verso forme di digital storytelling nella prospettiva di arrivare a realizzare materiali e attività relativi alla prevenzione dei rischi connessi ad eventi sismici.

Il percorso si è avvalso degli strumenti del web 2.0, della LIM e della piattaforma Moodle e ha avuto inizio con letture animate. Successivamente, sono state sviluppate attività grafico-pittoriche, realizzate sia in maniera tradizionale sia con strumenti digitali. L’uso della piattaforma Moodle è servito in tal senso a coinvolgere gli alunni anche in orari extrascolastici in un ambiente protetto che ha permesso sia ulteriori momenti di incontro sia di documentare quanto realizzato offrendo ulteriori occasioni di lavoro in classe.

Il percorso effettuato ha costituito la base su cui elaborare un’ulteriore proposta che è stata inserita nell’azione cl@ssi 2.0 finanziata dal MIUR e dalla Regione Molise.

Torna al dossier "Premio agenda digitale 2015"