Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Ecco quali libri portiamo in vacanza: consigliateci i vostri!

Home Altro Ecco quali libri portiamo in vacanza: consigliateci i vostri!

Abbiamo selezionato alcuni libri da portare in vacanza questa estate. Aspettiamo i vostri, buona lettura!

8 Agosto 2019

F

Redazione FPA

L’estate è arrivata, e con lei le agognate vacanze. Quale periodo migliore per leggere un libro! Magari sotto un ombrellone in spiaggia, oppure in una baita di montagna ammirando uno splendido panorama alpino; sono tantissime le occasioni per sfogliare le pagine di un romanzo, di un saggio o di una raccolta di poesie.

Noi di FPA, quest’anno, abbiamo deciso di darvi alcuni consigli di lettura, per cercare anche di farvi capire indirettamente chi siamo, perché, in fondo, un libro rispecchia sempre la persona che lo legge.

Fateci sapere nei commenti i vostri consigli di lettura, così da poter passare anche noi qualche momento di svago o di approfondimento durante questa estate.

Il nostro presidente, Carlo Mochi Sismondi, consiglia “I miei ultimi 10 minuti e 38 secondi in questo strano mondo“, di Elif Shafak: l’autrice è turca e ha scritto anche “La bastarda di Istanbul”. Un libro breve, ma non banale, che racconta gli ultimi minuti di vita di una ragazza che ricorda sentimenti e sensazioni vissute durante la sua vita.

Marina Bassi, Project Officer dell’ufficio Ricerca, Advisory e Formazione, ci consiglia la serie di romanzi per ragazzi che, però, come lei spesso dice “ci danno uno spaccato molto realistico della nostra vita di tutti i giorni”. Stiamo parlando di “Una serie di sfortunati eventi” di Lemony Snicket.

Eleonora Bove, giornalista dell’Area Content, ci consiglia un romanzo siciliano, “Boccamurata” di Simonetta Agnello Hornby. Un romanzo che nasce e si sviluppa all’interno di una famiglia borghese siciliana e intorno a un segreto inconfessabile. Chissà se ce lo rivelerà la nostra Eleonora al ritorno dalle vacanze…

Rimaniamo in Sicilia con Daniela Brusca dell’ufficio Amministrazione e Contabilità. La nostra Daniela, infatti, ci porta nel mondo del giallo, genere a cui è particolarmente affezionata: “Il cuoco dell’Alcyon” di Andrea Camilleri è il suo consiglio di lettura per le vacanze, un modo anche per ricordare con affetto l’autore siciliano, scomparso poco tempo fa.

Alice Confalonieri, Event Officer, ci porta direttamente al 1994, nella cittadina di Orphea, vicino New York, con “La scomparsa di Stephanie Mailer” di Joël Dicker. Un romanzo anche in questo caso giallo, che racconta la misteriosa morte del sindaco della città e di un’altra ragazza. Il caso viene affidato a due giovani agenti e… Basta, se no che gusto c’è?

Maurizio Costa, sempre dell’Area Content, ci riporta in Sicilia con un grande classico di Luigi Pirandello: “Uno, nessuno e centomila“. Questo romanzo comincia con un uomo che scopre, per colpa della moglie che un giorno glielo fa notare, di avere il naso storto. Un viaggio nell’inconscio umano, con una morale importante: nessuno è mai ciò che pensa di essere per tutti. Forse siamo centomila persone differenti…o forse nessuno.

Arianna Faticone, Responsabile della Segreteria Commerciale, affronta un tema che le è molto caro, e cioè l’ambientalismo, e ci consiglia “Spam. Stop plastica a mare. 30 piccoli gesti per salvare il mondo dalla plastica” di Filippo Solibello. Il tutto comincia con una telefonata di un cavalluccio marino che vorrebbe ripulire il mare; alla fine il messaggio è speranzoso e il libro contiene molti esempi pratici e utili per salvaguardare il nostro pianeta.

Alessandra Maggini, Office Assistant, forse in onore del recente trasloco dalla vecchia sede al Talent Garden di Roma Ostiense, ci consiglia “Il magico potere del riordino. Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita“, l’ormai famoso libro di Marie Kondo che garantisce un metodo infallibile per riordinare la casa ispirato alla filosofia zen. Da provare, verrebbe da dire…

Citiamo direttamente dalla mail di Rossella Osio, Event Officer: “Io per rimanere in tema vacanze consiglio questo: “L’arte di annacarsi. Un viaggio in Sicilia” di Roberto Alajmo. Annacarsi = compiere il massimo movimento con il minimo spostamento, dondolarsi ma restare immobili. E auguro davvero a tutti di “annacarsi” a dovere”. Come si può aggiungere altro?

Il nostro Daniele Rizzo, Content Manager, ci consiglia una storia molto interessante con il libro “Born to Run” di Christopher McDougall. Nel territorio di Chihuahua, in Messico, vivono, proliferano e – soprattutto – corrono i Tarahumara, i più grandi corridori del pianeta. Pur adottando una dieta frugale e non indossando scarpe, i Tarahumara sono in grado di correre decine e decine di km consecutivamente, senza infortuni di alcun tipo. Come fanno? Be’, leggete il libro!

Tiziana Russo, che fa parte della Segreteria Eventi, ci consiglia “Eleanor Oliphant sta benissimo” di Gail Honeyman, che racconta di come la vita della protagonista sia cambiata improvvisamente dopo aver ricevuto un gesto di gentilezza da parte di un’altra persona. Un buon messaggio che, anche in periodo di vacanze, può fare bene, non solo a Eleanor, ma a tutti noi.

Giovanna Stagno, responsabile dell’Area Ricerca, Advisory e Formazione, ci consiglia un romanzo molto legato al tema di ‘isola’, intesa come solitudine e allontanamento, ma anche resistenza e convivenza con la Natura, il Tempo e lo Spazio, che possono avere caratteristiche particolari in un luogo come Pantelleria. Il libro, infatti, è “Pantelleria. L’ultima isola” di Giosuè Calaciura.

Antonio Veraldi, Responsabile dell’Area Aziende dell’ufficio commerciale, ci consiglia “Hotel New Hampshire” di John Irving. Una storia un po’ bislacca di una famiglia eccentrica, con cinque figli e…un orso addestrato. Un viaggio alla ricerca del posto perfetto dove ognuno di noi può essere se stesso. Una storia con personaggi bizzarri ma comunque pieni di umanità.

Infine, solamente per motivi alfabetici, la nostra Elvira Zollerano, responsabile dei progetti formativi, è stata la prima a rispondere a questo particolare contest interno. Il suo consiglio è “L’emozione e la regola” di Domenico De Masi; come si creano dei gruppi creativi? Da dove cominciare? Un’indagine sociologica sui movimenti artistici e letterari che hanno caratterizzato il nostro Ottocento e Novecento.

Su questo argomento

APP PA: l'elenco delle app ufficiali della Pubblica Amministrazione