Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Emergenza Coronavirus: aperta raccolta fondi per l’ospedale di Bergamo

Home Città e Territori Emergenza Coronavirus: aperta raccolta fondi per l’ospedale di Bergamo

Nell’ultima settimana a Bergamo i morti sono stati 330. Nella stessa settimana del 2019 erano stati 23. Numeri drammatici, che abbiamo raccontato già ieri nella rubrica podcast di Carlo Mochi Sismondi, leggendo il messaggio di Michele Bertola, Direttore generale del Comune di Bergamo. Ora è partita una raccolta fondi online per supportare l’ospedale Papa Giovanni XXIII. Ecco come partecipare

17 Marzo 2020

F

Redazione FPA

Photo by Piron Guillaume on Unsplash - https://unsplash.com/photos/U4FyCp3-KzY

Il territorio bergamasco è drammaticamente colpito dall’emergenza Coronavirus, con più di 3.400 persone contagiate. I medici e tutto il personale dell’Asst Papa Giovanni XXIII stanno lavorando senza sosta, in un contesto drammatico.

Nell’ultima settimana a Bergamo i morti sono stati 330. Nella stessa settimana del 2019 erano stati 23. Bastano questi numeri per capire le dimensioni di quello che sta vivendo la città, lo abbiamo raccontato già ieri nella rubrica podcast di Carlo Mochi Sismondi, attraverso le parole di Michele Bertola, Direttore generale del Comune di Bergamo, che sottolineava come gli ospedali siano già oltre ogni limite per via del numero sempre crescente di ricoveri e, tra questi, quelli in terapia intensiva.

Da qualche giorno è partita una raccolta fondi online per supportare l’ospedale Papa Giovanni XXIII, rinforzando il reparto di terapia intensiva dove servono ventilatori, dispositivi di ventilazione non invasiva, monitoraggio emodinamico, ma anche cuffie, camici e occhiali monouso.

Si può partecipare alla raccolta fondi a questo link. Tutti i fondi raccolti saranno versati all’Ospedale Papa Giovanni ad eccezione di una quota che sarà destinata all’assistenza agli anziani soli a Milano e a Bergamo (consegna pasti, spesa, mascherine e medicinali a domicilio).

Su questo argomento

Gamification: così si gioca con la PA