Torna alla manifestazione Logo manifestazione
Rubrica Online

Rubrica Lavoro&Welfare. Gli strumenti europei per la mobilità formativa e professionale [RPAR.24]

15 Giugno dalle 09:30 alle 10:30

Sala GIALLA

Indirizzo copiato negli appunti

La mobilità professionale e formativa è al centro delle priorità UE espresse nel Pilastro europeo dei diritti sociali, nell’Agenda europea per le competenze e nello Spazio europeo dell’educazione. A livello UE sono stati da tempo messi a punto degli strumenti che facilitano e supportano tale mobilità. 

Nell’ottica di agevolare le esperienze di studio e formazione all’estero e la mobilità geografica e professionale nei diversi Paesi, sono stati messi a punto un set di strumenti europei per rendere trasparenti e, quindi comparabili, competenze e qualificazioni. Originati nell’ambito dei sistemi formativi, sono stati poi progressivamente acquisiti e utilizzati anche nel mondo del lavoro. Si tratta della rete per l’orientamento Euroguidance, della piattaforma Europass e del Quadro europeo delle qualificazioni (EQF), volti rispettivamente a promuovere la conoscenza dei servizi di orientamento, mettere in evidenza competenze e qualificazioni per l’incontro domanda-offerta, renderle trasparenti e quindi comparabili nei paesi Ue. Dal 2017 presso Anpal, i Punti di Contatto Nazionali diffondono ed implementano tali strumenti europei, rivolgendosi da un lato ad operatori  ed istituzioni del settore education e dei servizi del lavoro e, dall’altro, a studenti e cittadini interessati a svolgere un’esperienza di mobilità a fini formativi o professionali all’estero.  

La mobilità professionale in Europa: la rete EURES e il progetto EURES targeted mobility scheme 

Il progetto EURES Targeted Mobility Scheme (TMS) è finanziato dal Programma europeo per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI), ed è coordinato da ANPAL – Ufficio di Coordinamento Nazionale EURES Italia, assieme a un ampio partenariato di organizzazioni pubbliche e private a livello nazionale ed europeo.  

EURES TMS sostiene la mobilità professionale volontaria e circolare dei lavoratori, tramite l’erogazione di servizi personalizzati e benefit finanziari diretti. Il progetto è aperto a persone in cerca di lavoro, con un’età superiore a 18 anni, che siano cittadini e/o residenti in uno degli Stati europei o EEA (Norvegia e Islanda) che desiderino vivere un’esperienza di lavoro/tirocinio o apprendistato in uno Paese diverso da quello di residenza e a imprese e altre organizzazioni, con sede legale in uno degli Stati ricompresi nel progetto, con o senza scopo di lucro, con un particolare focus sulle Piccole e medie imprese, che possono anche accedere ai benefit previsti. 

Programma dei lavori

  • Modera[RPAR.24]

    •  Valentina Curzi
      Valentina Curzi

      Coordinatrice Punti di contatto nazionali Europass, EQF, Euroguidance ANPAL

      Ricercatore ANPAL “Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro”. Esperta di diritto comunitario e di policies europee in materia di istruzione e formazione e di coesione. Attualmente è coordinatore dei Punti di Contatto Nazionali (PCN) Europass, EQF e Euroguidance, per i quali supervisiona e gestisce le attività comuni e trasversali di implementazione dei relativi piani di attività.

      Da sempre segue i processi di policy europei in materia di istruzione e formazione (Processo di Copenaghen, Skills Agenda ed altri e relativi negoziati) e la loro implementazione a livello nazionale. E’ membro di Comitati a livello europeo in materia di istruzione e formazione professionale in rappresentanza dell’Italia (riunioni Direttori Generali Formazione Professionale e, fino al 2016, Comitato Consultivo Formazione Professionale). E’ stata coordinatore per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del Reference Point Nazionale Garanzia di Qualità nell’istruzione e formazione professionale e Referente nazionale per il progetto Refernet Italia.

      Per il Ministero del Lavoro è stata membro del gruppo di lavoro per la gestione del negoziato sul Fondo Sociale Europeo per le programmazioni dal 2000 al 2014, maturando esperienza pluriennale in ambito di programmazione comunitaria e strategie nazionali per l’istruzione e la formazione professionale. Si è occupata, altresì, dell’avvio e start-up nazionale dei Fondi Interprofessionali per la Formazione Continua

  • Intervengono[RPAR.24]

    •  Valeria Scalmato
      Valeria Scalmato

      Responsabile Punto di Contatto Nazionale Europass Anpal

      Ricercatrice Anpal, si è occupata di indagini nazionali e assistenza tecnica alle Regioni e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sui percorsi di istruzione e formazione professionale per i giovani 14-17 anni e sul tema della dispersione scolastica e formativa. Dal 2019, come responsabile di Europass Italia, coordina e realizza attività per la implementazione e la diffusione del nuovo portale UE Europass in Italia, in particolare verso i giovani e gli operatori dei servizi al lavoro e dell’orientamento

    •  Andrea Simoncini
      Andrea Simoncini

      Responsabile Punto di Contatto Nazionale EQF ANPAL (Struttura 2) Anpal

    •  Monica Lippolis
      Monica Lippolis

      Responsabile Punto di contatto nazionale Euroguidance Anpal

      Ricercatrice ANPAL, esperta di formazione e programmazione educativa in ambito linguistico. Attualmente responsabile di Euroguidance, PCN volto a diffondere informazioni sulla mobilità transnazionale in Italia e nel networking europeo. Ha coordinato le attività dell’Autorità Nazionale Erasmus+ VET per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (MLPS) dal 2000 al 2017 maturando esperienza pluriennale in ambito Lifelong Learning e delle competenze linguistiche a fini lavorativi “Label Europeo Lingue”. Fino al 2015 ha coordinato, per il MLPS, i Punti di contatto nazionali Europass e EQF ed è stata membro del gruppo di lavoro per la redazione del Primo rapporto nazionale di referenziazione all’EQF. Ha fatto parte del Team di coordinamento Fse del MLPS ed è stata referente di alcuni Programmi operativi regionali (POR) e nazionali (PON). Ha altresì coordinato i progetti destinati agli italiani in paesi non UE (MLPS/MAE).

    •  Catia Mastracci
      Catia Mastracci

      Coordinatore nazionale EURES Italia Anpal

      Ricercatore Senior ANPAL “Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro”. Esperta di progettazione, management, monitoraggio e valutazione di programmi e progetti comunitari. Dal 2015 si occupa di EURES (European Employment services). Dal 2018 è il Coordinatore Nazionale della rete EURES Italia e Responsabile dei progetti Europei. Dal 2012 al 2014 è stata componente della Segreteria tecnica del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, per lo sviluppo di dispositivi e iniziative a sostegno della formazione, occupabilità e occupazione dei giovani, a livello nazionale ed europeo. Nei dieci anni precendenti ha lavorato nell’Agenzia nazionale Leonardo da Vinci e Lifelong learning e (Isfol) ricoprendo ruoli di responsabilità nel coordinamento e gestione delle azioni pilota finanziate dalla CE

A cura di