Anagrafe unica: entro l’anno due comuni pilota

Home PA Digitale Servizi Digitali Anagrafe unica: entro l’anno due comuni pilota

Il Direttore di AgID comincia a svelare la roadmap. entro il 2106 la sperimentazione coinvolgerà 28 comuni.

9 Ottobre 2015

R

Redazione FORUM PA

L’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), è la banca dati unica ed integrata che a regime dovrebbe prendere il posto delle oltre 8.000 anagrafi dei comuni italiani, costituendo un riferimento unico per la Pubblica Amministrazione, le società partecipate e i gestori di servizi pubblici. A luglio il Consiglio dei Ministri aveva approvato il regolamento con il quale “si dava ufficialmente il via” al progetto prevedendo le prime sperimentazioni entro fine anno.

Così, effettivamente, dovrebbe essere. Il Corcom, ha riportato, infatti ieri le dichiarazioni del direttore dell’AgID Antonio Samaritani che ha annunciato che entro la fine del 2015 partirà la sperimentazione su due realtà comunali, che si estenderà a 26 entro l’anno successivo.

Stando sempre all’articolo di CorCom altri dettagli sono stati forniti da Maria Pia Giovanni, responsabile Area Pubblica Amministrazione all’Agenzia che ha citato una circolare ministeriale sull’Anpr, tesa proprio a chiarirne il funzionamento.

Le modifiche apportate all’art. 62 del Codice delle Amministrazioni Digitali prevedono che la ANPR contenga, oltre ai dati anagrafici, l’archivio nazionale informatizzato dei registri di Stato civile e i dati delle liste di leva. a posta in ballo è alta:
maggiore controllo, gestione e interscambio sui dati dei comuni e sui servizi anagrafici offerti, abilitazione dei servizi pagamento digitale, intercambio di informazioni in sicurezza.

Inoltre il collegamento di ANPR con l’Anagrafe Nazionale degli Assistiti (ANA) renderà possibile il miglioramento dei servizi sanitari, conseguente alla maggiore efficenza del sistema sanitario e al contenimento della spesa.