Chiediamo a Deputati e Senatori un #ParlamentoCasadiVetro

Home Open Government Partecipazione e Trasparenza Chiediamo a Deputati e Senatori un #ParlamentoCasadiVetro

Prosegue la collaborazione editoriale tra FORUM PA e l’associazione Openpolis che questa settimana ci coinvolge nella recente campagna lanciata per promuovere la trasparenza delle Commissioni Parlamentari. Nonostante la trasparenza sia stata al centro di gran parte di questa campagna elettorale il nostro parlamento ha ancora un cuore davvero opaco…

26 Marzo 2013

V

Vincenzo Smaldore*

Articolo FPA

Prosegue la collaborazione editoriale tra FORUM PA e l’associazione Openpolis che questa settimana ci coinvolge nella recente campagna lanciata per promuovere la trasparenza delle Commissioni Parlamentari. Nonostante la trasparenza sia stata al centro di gran parte di questa campagna elettorale il nostro parlamento ha ancora un cuore davvero opaco…

Siamo felici che questa Legislatura cominci nel segno della trasparenza. “Sogno che quest’aula diventi una casa di vetro e che questa scelta possa contagiare tutte quante le altre istituzioni” dice il Presidente Grasso nel suo discorso di insediamento al Senato, e così anche la Presidente Boldrini: “Facciamo di questa Camera la casa della buona politica. Rendiamo il Parlamento e il nostro lavoro trasparenti”. 

Una buona parte dei membri del Parlamento è stata eletta sulla base di programmi che hanno tra i primi punti proprio la trasparenza. Nelle piazze, nelle strade, negli articoli dei giornali e in tv, nei tweet e nei blog, tutti la invocano. Diviso su tutto, il nostro paese pare essere unito su pochissime cose e una di queste è proprio la necessità di trasparenza. 

Per dare concretezza a tutto ciò, per iniziare vorremmo porre l’attenzione sul fatto che i lavori delle Commissioni del Senato e della Camera, per norma e per regolamento, non sono pubblici. Non conosciamo chi prende parte alle riunioni, le presenze non sono pubblicate, non si sa cosa viene detto, i resoconti sono solo riassunti sommari, e, soprattutto, non conosciamo il dettaglio delle votazioni, chi ha votato a favore o contro una proposta di legge.

Il cuore dell’attività legislativa del Parlamento è opaco e ciò non può che incrinare il rapporto di fiducia tra rappresentanti e rappresentati. Porvi rimedio è un atto dovuto, da realizzare il prima possibile in questa Legislatura.

Chiediamo, quindi, ai Parlamentari italiani impegno concreto per una riforma dei regolamenti che renda finalmente pubblico e accessibile ai cittadini il lavoro delle Commissioni anche mediante l’introduzione del voto elettronico.

Abbiamo elaborato una proposta di riforma del Regolamento del Senato della Repubblica e in poco tempo si potrebbe fare lo stesso per la Camera dei Deputati.

Per raggiungere questo obiettivo invitiamo tutti i Parlamentari ad impegnarsi pubblicamente a sostenere la proposta di riforma dei Regolamenti per un#ParlamentoCasadiVetro! 


* Vincenzo Smaldore è membro dell’Associazione Openpolis.
Con il suo articolo continua la collaborazione editoriale di FORUM PA con l’associazione.