Diamoci una mano: l’idea innovativa della Camera di Commercio di Cosenza

Home PA Digitale Diamoci una mano: l’idea innovativa della Camera di Commercio di Cosenza

“Diamoci una mano”, l’idea innovativa e a costo zero della Camera di Commercio di Cosenza che consente lo scambio di competenze digitali tra i dipendenti, è finalista del Premio Agenda Digitale 2021 promosso dall’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano

7 Novembre 2022

F

Redazione FPA

Photo by Susan Q Yin on Unsplash - https://unsplash.com/photos/BiWM-utpVVc

Recuperare le buone pratiche di collaborazione tra colleghi, instaurare un percorso condiviso di reciproco scambio e conoscenza all’interno dell’organizzazione, accrescere le competenze digitali dei singoli dipendenti al fine di migliorare l’efficienza dei processi e dei servizi erogati: questo l’obiettivo del progetto “Diamoci una mano” della Camera di Commercio di Cosenza, finalista del Premio Agenda Digitale 2021, nella categoria “Agende Digitali degli Enti Locali”, promosso dall’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano.

Descrizione dell’iniziativa

Il progetto è partito in via sperimentale nel febbraio 2021 con l’intento di favorire a piccoli passi la transizione digitale della pubblica amministrazione. L’idea è stata quella di realizzare una bacheca web suddivisa per argomenti all’interno della quale ogni mese ciascun dipendente può candidarsi per “dare una mano”, trasferire conoscenze digitali, su argomenti per i quali pensa di poter dare aiuto o chiedere una mano su argomenti per i quali ritiene di aver bisogno di aiuto, in un incontro da fissare e da realizzare tramite piattaforma online. L’attività è stata regolamentata in questo modo: si può fissare un solo incontro alla settimana della durata massima di 30 minuti se si prevede un coinvolgimento durante l’orario di lavoro; si può fissare un solo incontro alla settimana della durata massima di 60 minuti se si dà la propria disponibilità al di fuori dell’orario di lavoro; gli incontri devono essere registrati e poi resi disponibili a tutti per la consultazione sulla bacheca web; gli incontri realizzati al di fuori dell’orario di lavoro danno diritto ad un equivalente periodo di riposo compensativo per tutti i partecipanti, da utilizzare entro l’anno; l’insieme dei risultati annuali raggiunti e dei comportamenti realizzati da ogni singolo dipendente, nell’ambito del progetto, è sottoposto a valutazione della performance individuale.

Gli strumenti a supporto del progetto: Google Meet e Trello

Il progetto è gestito attraverso due strumenti: Google Meet per pianificare gli incontri virtuali e Trello che consente di realizzare le attività su schede. In questo progetto le schede predisposte sono tre: “Posso aiutarti a ….”, in cui offrire la propria disponibilità; “Mi dai una mano per..” , in cui richiedere supporto per una determinata tecnologia; “Il nostro archivio”, in cui inserire tutte le registrazioni per area tematica. In particolare, la raccolta del materiale in archivio è organizzata per categorie: Web conference; Social media; Mi presento (power point); Tutti pazzi per excel; Non restare senza parole ( Word). Un’idea semplice, innovativa, a costo zero, con buone prospettive di continuità all’interno dello stesso ente pubblico.

Le informazioni contenute in questo articolo sono state redatte sulla base dei materiali ufficiali di progetto utilizzati per la candidatura al Premio Agenda Digitale 2021

Su questo argomento

Nazzaro (Regione Lazio): “Partiamo dai fabbisogni reali per poi lavorare sulle competenze”