Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Esposito (MISE): dal fondo nazionale innovazione, risorse per start up e PMI

Home PA Digitale Governance Esposito (MISE): dal fondo nazionale innovazione, risorse per start up e PMI

In occasione della presentazione dell’Annual Report 2019 di FPA, abbiamo chiesto a Enrico Esposito del Mise l’iniziativa da tenere d’occhio nel 2020, capace di abilitare la “smart nation”

20 Febbraio 2020

F

Redazione FPA

Il Fondo Nazionale Innovazione è una delle novità del 2020, come ci spiega Enrico Esposito, vice capo ufficio legislativo del Ministero dello Sviluppo Economico, in questo video raccolto da FPA a margine dell’evento di presentazione dell’Annual Report 2019.

Il Fondo Nazionale Innovazione (FNI) ha una dotazione finanziaria di partenza, prevista nella Legge di Bilancio 2019, di circa 1 miliardo di euro, e i principali beneficiari sono le PMI innovative, le start up e scaleup che riceveranno finanziamenti diretti.

Digital360 awards
Presenta il tuo progetto digitale ad una platea di CIO delle più importanti aziende
Digital Transformation
Open Innovation

Le politiche e le azioni a supporto delle imprese innovative saranno uno rei temi al centro di FORUM PA 2020 (9-11 giugno, Roma Convention Center la Nuvola).

Il Fondo, gestito da Cassa Depositi e Prestiti attraverso una cabina di regia, è costituito con l’obiettivo di riunire e moltiplicare risorse pubbliche e private dedicate al tema strategico dell’innovazione, contrastando la dispersione dei talenti e di altri asset strategici per il Paese. I settori di cui parliamo sono: Deep Tech, come AI, Blockchain, New Materials, Space, Healthcare, EcoIndustries, AgriTech/Foodtech, Mobility, Fintech, Design/Made in Italy, Social Impact.

Su questo argomento

Comune Palermo, Marchese: cambiamo i contratti per accogliere le nuove professioni