Protezione dei dati e cloud: una scelta centrale nel pubblico e nel privato

Strategia cloud e protezione dei dati: una scelta centrale nel pubblico e nel privato

Home PA Digitale Strategia cloud e protezione dei dati: una scelta centrale nel pubblico e nel privato

Le esigenze legate alla protezione dei dati sono sempre più pressanti sia nel settore pubblico che in quello privato. Il racconto di percorsi e soluzioni adottate in uno di questi ambiti può fornire spunti utili anche in contesti completamente diversi. In quest’ottica il nostro partner Commvault ci segnala l’esperienza della Digital Utility Optima Italia

24 Novembre 2021

F

Redazione FPA

Photo by Tim Mossholder on Unsplash - https://unsplash.com/photos/0zRt0bQysMw

Ascolta l'articolo

Adottare soluzioni moderne e agili in grado di rafforzare la strategia di protezione dei dati e consentire un rapido ripristino in caso di cyberattacchi o disastri naturali, e garantire la sicurezza delle informazioni sensibili di utenti/clienti, rispettando i requisiti normativi del GDPR. Queste esigenze sono sempre più pressanti sia nel settore pubblico che in quello privato e i percorsi avviati possono fornire spunti e indicazioni utili anche in contesti completamente diversi.

In quest’ottica il nostro partner Commvault ci segnala l’esperienza di Optima Italia, una Digital Utility che, con un organico di centinaia di giovani professionisti, offre servizi completi di energia e telecomunicazioni per utenti business e consumer, oltre a diverse soluzioni assicurative. È evidente la centralità che, in un’azienda del genere, rivestono le informazioni relative ai clienti e quanto sia importante garantire un processo di backup e ripristino dei dati veloce, semplice e sicuro. Inoltre, con l’aumento del rischio di attacchi ransomware e disastri naturali, va posta maggiore attenzione alla sicurezza delle informazioni sensibili dei clienti in conformità ai requisiti normativi del GDPR.

“La protezione dei dati è da sempre una priorità per Optima, dal punto di vista strategico e di rispetto delle normative” sottolinea Ugo Morra, IT Infrastructure Manager di Optima Italia. L’azienda, con il supporto di PCS Group, suo storico partner IT, ha quindi deciso di implementare Commvault® Backup & Recovery per backup primari nell’ambiente on premises e ha scelto poi l’estensione a Metallic™ Cloud Storage Service, utilizzato come strumento di replica per copie di backup secondarie nel cloud. In questo modo ha risposto all’esigenza di replicare le proprie copie di backup e archiviarle al di fuori della struttura per garantire la disponibilità dei dati in diverse aree geografiche e rispondere più velocemente alle operazioni di ripristino, rafforzando ulteriormente la propria capacità di proteggere e ripristinare i dati anche in caso di semplice interruzione o guasto hardware.

“Con Commvault e Metallic ora abbiamo un unico fornitore per il backup, la replica e la distribuzione dei dati in numerose aree geografiche – aggiunge Morra -. I dati dei nostri clienti sono protetti e disponibili in caso di attacco ransomware o disastro naturale.”

Grazie alla completa integrazione con Commvault Backup & Recovery, Optima può ora eseguire rapidamente backup e ripristino dei dati in Metallic tramite un’unica interfaccia, Commvault Command Center, contribuendo così a ridurre il tempo di trasferimento di terabyte di dati nel cloud e a migliorare notevolmente l’RTO  (Recovery Time Objective), il tempo che intercorre tra il disastro e il completo ripristino dei sistemi.

Utilizzando Metallic Cloud Storage Service, Optima ha anche evitato investimenti hardware significativi per realizzare una soluzione di replica interna. “Tradizionalmente, avremmo dovuto acquistare un nuovo server e implementare una rete associata per un tool di replica. Con Metallic Cloud Storage, abbiamo evitato ulteriori investimenti in infrastruttura,” ha confermato Morra.

“Grazie agli algoritmi di deduplica integrati è stato possibile gestire decine di Terabyte di dati con retention estese fino a 5 anni per alcune tipologie di informazioni; le molteplici copie posizionate in diverse aree geografiche hanno beneficiato della deduplica raggiungendo velocità di trasferimento elevatissime con ridotta occupazione di banda, senza la necessità di acquisire storage deduplicati di terze parti,” ha evidenziato Alessio di Angelo, Senior System Engineer & Solution Architect di PCS Group, Project Manager dell’intera realizzazione.

I piani futuri di Optima prevedono la migrazione di servizi nel cloud e la protezione dell’intero sistema informativo principale nel cloud privato con Commvault e Metallic. “La combinazione di Commvault Backup & Recovery e Metallic Cloud Storage ci offre una scalabilità illimitata nella protezione dei nostri dati critici, beneficiando di un supporto continuo,” ha concluso Morra.

Su questo argomento

Strategia Cloud Italia: ecco il documento di indirizzo per l’adozione del cloud nella PA