Tutelare la salute delle persone e dare continuità all’azienda. Domande e risposte per superare l’emergenza

Home PA Digitale Tutelare la salute delle persone e dare continuità all’azienda. Domande e risposte per superare l’emergenza

Il Gruppo Digital360 ha realizzato un documento che vuole essere una guida per imprese e pubbliche amministrazioni che si trovano a riorganizzare le proprie attività a seguito dei provvedimenti adottati dal Governo italiano per fronteggiare l’emergenza legata al diffondersi del virus Covid-19

26 Marzo 2020

Photo by Simon Abrams on Unsplash - https://unsplash.com/photos/k_T9Zj3SE8k

Condividere esperienze e competenze in aiuto alle imprese e alle pubbliche amministrazioni italiane che stanno affrontando, in questi giorni, la riorganizzazione delle proprie attività a seguito dei provvedimenti adottati dal Governo italiano per fronteggiare l’emergenza legata al diffondersi del Coronavirus. Con questo obiettivo il Gruppo Digital360, di cui FPA è parte, ha realizzato un documento che vuole essere una guida per supportare le imprese nel prendere decisioni in tempi brevi sui principali aspetti del loro funzionamento, con riferimento alle diverse esigenze emerse a seguito dello stato emergenziale.

Il documento raccoglie informazioni, suggerimenti e approfondimenti aggiornati alle misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica di cui al DPCM 11 Marzo 2020 ed affronta i principali ambiti impattati dalla situazione emergenziale: da quello organizzativo (per le esigenze legate all’introduzione o al rafforzamento dello smart working in azienda) a quello giuslavoristico; dalla cybersecurity all’ambito legale (per i rilevanti impatti sulla contrattualistica e sulla materia della protezione dati personali); fino ad arrivare alle funzioni di operations (per la riorganizzazione delle fabbriche e delle reti di assistenza).

Il documento chiarisce:

  1. quali sono le responsabilità dell’azienda e le azioni imprescindibili da mettere in campo per la salute dei lavoratori e dei collaboratori;
  2. come rispettare le regole imposte, salvaguardando la salute, senza interrompere lo svolgimento delle attività di progettazione, l’erogazione dei servizi e lo sviluppo del mercato;
  3. quali possono essere gli strumenti e le buone pratiche per garantire la continuità dei servizi sanitari e assistenziali, e quali semplificazioni sono state introdotte per la gestione dei dati personali in questi ambiti, al fine di facilitare le attività connesse con tutela della salute dei cittadini.

Come si sottolinea nella premessa “fino a pochi giorni fa era impensabile prevedere lo scenario in ci siamo ritrovati. Ma tante altre cose possono accadere che potrebbero, con queste o con minori proporzioni, determinare uno stato emergenziale. È quindi fondamentale imparare questa lezione: le ipotesi estreme possono accadere e una cultura di gestione del rischio, anche estremo, è essenziale per sopravvivere. Ci sarà tempo per pensarci ovviamente. Ma anche un’altra considerazione deve essere fatta: il digitale è fondamentale per la sopravvivenza delle imprese e delle pubbliche amministrazioni ed anche per la vita quotidiana di ognuno di noi”.

Su questo argomento

“Cura Italia”: un decreto per oggi, ma anche per domani?