FORUM PA 2010: un’edizione da record

Home Riforma PA FORUM PA 2010: un’edizione da record

Giovedì scorso alle 18.00 si sono chiusi i cancelli della ventunesima edizione di FORUM PA. Si è trattato di un’edizione record sia dal punto di vista della quantità di pubblico, cresciuto di oltre il 15% rispetto all’anno passato, sia per la qualità dei contributi proposti che ha toccato il suo culmine con la lectio magistralis tenuta giovedì 20 maggio da Amartya Sen.

24 Maggio 2010

C

Carlo Mochi Sismondi

Articolo FPA

Giovedì scorso alle 18.00 si sono chiusi i cancelli della ventunesima edizione di FORUM PA. Si è trattato di un’edizione record sia dal punto di vista della quantità di pubblico, cresciuto di oltre il 15% rispetto all’anno passato, sia per la qualità dei contributi proposti che ha toccato il suo culmine con la lectio magistralis tenuta giovedì 20 maggio da Amartya Sen

Gli attestati di partecipazione a FORUM PA 2010 saranno disponibili a partire da questa settimana sulla pagina del profilo personale di ciascun partecipante.

Oltre 290.000 visitatori unici virtuali (+110%), con circa 450.000 visite (+93%) e un milione e mezzo di pagine viste, si sono uniti ai 40.000 visitatori “reali” per partecipare almeno sul web alla kermesse annuale dell’innovazione. Centodieci i convegni e oltre mille le relazioni presentate per questo appuntamento che si conferma come il più grande evento congressuale italiano. Quasi seicento i moduli formativi ed informativi erogati negli oltre 370 stand espositivi.

Il Ministro Renato Brunetta ha espresso la sua soddisfazione per i risultati che la manifestazione ha raggiunto sia in termini di quantità di visitatori, sia per la qualità dei contenuti presentati.
“In un momento di crisi – ha detto il Ministro nella cerimonia di chiusura – è quanto mai importante dare evidenza alle tante amministrazioni centrali e locali che hanno saputo investire risorse per un’innovazione che porterà ad una riduzione della spesa e ad una semplificazione delle procedure. I tagli intelligenti alle spese partono da qui: dall’uso pervasivo delle tecnologie che permette una maggiore efficienza, dalle azioni sempre più radicali di semplificazione e dall’applicazione della riforma che rende obbligatoria la valutazione costante del rapporto tra costi e benefici per i cittadini”.

Era una scommessa difficile ma la manifestazione, con le migliaia di innovatori presenti, ha dimostrato con i fatti che l’innovazione nell’amministrazione pubblica non è un lusso di cui fare a meno nei periodi di crisi, ma è la strada che ci può portare fuori dal tunnel dando una speranza ai giovani, alle fasce più deboli della popolazione, alle centinaia di migliaia di operatori pubblici che in questi anni si sono impegnati con creatività e dedizione per la qualità dei servizi.

Da FORUM PA 2010 parte un nuovo anno di lavoro teso, come sempre, a dare voce e spazio agli innovatori, a mettere in luce le migliori esperienze di buona amministrazione sul territorio, a favorire la “messa a sistema” delle tante energie che più o meno consapevolmente sono parte di quella “rivoluzione in corso” di un’amministrazione che deve necessariamente rispondere sempre meglio alle esigenze dei cittadini e delle imprese.