Le Arene di FORUM PA 2023: ecco tutti i video

Home Riforma PA Le Arene di FORUM PA 2023: ecco tutti i video

Sei le Arene di FORUM PA 2023, ognuna unita da un fil rouge: dal ricambio generazionale all’interno della PA a come valorizzare le competenze dei dipendenti pubblici; dalle politiche sulla digitalizzazione della PA alla riforma della dirigenza; dalla partnership pubblico-privato alla riforma del Codice appalti. Sono ora disponibili tutti i video delle sei mezze giornate

31 Maggio 2023

F

Redazione FPA

FORUM PA 2023 - https://flic.kr/p/2oATEQ7

A FORUM PA 2023 abbiamo vissuto importanti momenti di approfondimento all’interno dell’Arena: dal 16 al 18 maggio sei mezze giornate di eventi, uniti da un fil rouge o un tema guida, in cui si sono alternati eventi di Scenario dedicati ai processi di innovazione della pubblica amministrazione e del nostro paese, e Conversazioni con rappresentanti del Governo e vertici di aziende ICT. Ora è possibile rivederle.

Abbiamo cominciato il 16 maggio con un evento che ha messo insieme testimonianze, interventi, suggestioni e che ha coinvolto giovani curiosi, lavoratori esperti, vertici politici e amministrativi e aziende virtuose.

Arena del 16 maggio – mattina. OPEN DAY PA: apriamo le amministrazioni ai nuovi talenti

Appare subito chiaro qual è il tema conduttore di questa mezza mattinata: quello di una pubblica amministrazione proattiva, basata sulle competenze, capace di vincere la sfida del ricambio generazionale al suo interno, attraendo giovani talenti, selezionandoli con cura, accogliendoli e valorizzandone il merito. Hanno partecipato tra gli altri: Antonio Naddeo, Presidente di ARAN; Mario Nava, Direttore Generale DG Reform della Commissione europea; Daniela Pagnini, Direttore HR – PagoPA; Mariano Corso, Responsabile scientifico Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano e Presidente P4I; Natascia Arcifa, Ambasciatrice dell’Anno Europeo dei Giovani. A conclusione di questa prima mattinata, la premiazione di “Rompiamo gli schemi”: l’iniziativa che mette al centro le persone che per competenze, idee, coraggio e spirito di iniziativa sono diventate motore di cambiamento all’interno dell’organizzazione in cui lavorano.

Rivedi l’Arena della giornata inaugurale di FORUM PA 2023 – 16 maggio mattina

Arena del 16 maggio – pomeriggio. PA consapevoli e competenti per un futuro più sostenibile

Nel pomeriggio abbiamo ripreso con il tema guida della PA che valorizza le sue persone, attraverso gli eventi di scenario dedicati al reclutamento delle nuove leve e all’attrattività dell’impiego pubblico, ma anche attraverso la formazione ed empowerment dei dipendenti pubblici e le misure di change management. Abbiamo anche posto attenzione al tema della sostenibilità ambientale, con l’evento dedicato alle azioni di formazione, sensibilizzazione e comunicazione per una PA più green, promosse nel quadro del vademecum del Dipartimento per la Funzione Pubblica sull’uso intelligente e razionale dell’energia nella PA.

Rivedi i singoli scenari dell’Arena di FORUM PA 2023 – 16 maggio pomeriggio:

Arena del 17 maggio – mattina. Transizione digitale ed ecologica: i territori protagonisti del Paese che cambia

Questa seconda mattinata è stata dedicata alle politiche sulla digitalizzazione della PA locale e alla rivoluzione verde e transizione ecologica del Paese, in attuazione delle misure del PNRR.

Rivedi lo Scenario PA Digitale 2026: l’attuazione delle misure sul territorio. Una quota rilevante delle risorse del PNRR destinate alla trasformazione digitale della PA è riservata agli enti locali: circa 2 miliardi di euro su un totale di oltre 6 previsti. In poco più di un anno, da aprile 2022, sulla piattaforma PA Digitale 2026 sono stati pubblicati 27 Avvisi, la maggior parte dei quali rivolti a Comuni, scuole, strutture sanitarie ed altri enti locali. A FORUM PA 2023, a un anno di distanza dal lancio di queste misure e a ridosso dell’avvio dei progetti finanziati, abbiamo fatto il punto sullo stato di attuazione degli investimenti per la digitalizzazione della PA locale. Hanno partecipato, tra gli altri: Luca Rigoni, Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Layla Pavone, Coordinatrice Board Innovazione Tecnologica e Trasformazione Digitale del Comune di Milano.

Rivedi lo Scenario Politiche, tecnologie e infrastrutture per la sicurezza energetica di lungo periodo con Gilberto Pichetto Fratin, Ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica. Cosa abbiamo imparato dalla crisi energetica dell’inverno 2023? In che modo questa emergenza ha cambiato le strategie definite negli anni passati? Quali sono le prospettive per l’immediato futuro? Abbiamo provato a rispondere a queste domande alla presenza del Ministro e confrontandoci con i protagonisti pubblici e privati delle politiche energetiche nazionali.

All’interno dell’Arena del 17 maggio mattina, tre interviste:

Arena del 17 maggio – pomeriggio. Governare la complessità, tra città del futuro e nuovo ruolo dei manager pubblici

Il rafforzamento nella PA di capacità individuali e organizzative orientate al “governo con la rete” e alla creazione di “valore pubblico”, in attuazione degli interventi previsti dal PNRR, è il macro tema che lega gli scenari del pomeriggio, dedicati all’innovazione urbana e alla riforma della dirigenza.

Rivedi lo Scenario Il futuro delle città: innovare i servizi pubblici locali per migliorare la sostenibilità e la qualità della vita delle comunità urbane. Le città costituiscono il motore del cambiamento: non deve quindi sorprendere se le risorse destinate dalle diverse Missioni del PNRR a Comuni e Città metropolitane ammontano a circa 28 miliardi, a cui si aggiungeranno quelle della Programmazione 21-27, a partire dai 3 miliardi destinati al nuovo PN Metro+. Risorse ingenti, riservate allo sviluppo intelligente e sostenibile delle città e più in generale al miglioramento dei servizi pubblici locali. Proprio questi ultimi rappresenteranno il banco di prova per la capacità delle amministrazioni di sviluppare una fattiva collaborazione tra pubblico e privato.

Rivedi lo Scenario La riforma della dirigenza, un cantiere ancora aperto. Quali caratteristiche per il manager pubblico del futuro? Quali sono le caratteristiche del manager pubblico che vogliamo? Apertura, permeabilità, capacità di “governo con la rete”, empatia, voglia di crescere e di far crescere, propensione all’apprendimento permanente e vocazione alla sperimentazione, dedizione al compito di creare “valore pubblico”. Da qui dovrebbero partire le prossime riforme sul tema della dirigenza, che sarà uno dei principali nodi da scogliere nell’immediato futuro.

All’interno dell’Arena del 17 maggio pomeriggio, due interviste:

Arena del 18 maggio – mattina. PNRR e Coesione: come abilitare un nuovo rapporto tra PA, cittadini e imprese

Governance e innovazione, nel quadro del PNRR e della nuova programmazione 2021-2027, sono al centro degli scenari della terza mattinata, dedicati alla partnership pubblico-privato e alle azioni messe in campo, a livello nazionale e locale, per garantire l’effettivo godimento dei diritti di cittadinanza digitale.

Rivedi lo Scenario La governance nazionale dell’innovazione e la collaborazione pubblico-privato con Alessio Butti, Sottosegretario di Stato all’innovazione tecnologica. Il percorso di attuazione del PNRR ha di fatto portato all’attivazione di nuove forme di collaborazione tra amministrazioni e tra queste e grandi aziende impegnate nel processo di digitalizzazione della PA.

Rivedi lo Scenario Ripensare il rapporto con il cittadino, per una PA digitale sempre più inclusiva e coinvolgente con Mario Nobile, Direttore Generale di AgID. Le strategie di digitalizzazione della PA richiedono di prestare massima attenzione alle azioni volte all’ingaggio della cittadinanza, all’inclusione delle fasce più deboli della popolazione e alla promozione della partecipazione attiva alla vita delle proprie comunità.

All’interno dell’Arena del 18 maggio mattina, tre interviste:

Arena del 18 maggio – pomeriggio. Dalle novità normative alla realizzazione del cambiamento: lavoro, contratti, appalti

Le novità legislative e regolamentari, spinte anche dal PNRR, hanno caratterizzato gli ultimi due anni. Ma come passare dal rinnovato quadro normativo a efficaci politiche e strategie di rinnovamento? Questo il filo conduttore degli scenari su rinnovi contrattuali e riforma del Codice appalti.

Rivedi lo Scenario La stagione dei rinnovi: liberare le potenzialità innovative dei nuovi contratti. L’ultimo biennio è stato caratterizzato da importanti risultati sul fronte del pubblico impiego, con la firma definitiva per il rinnovo dei quattro contratti nazionali di comparto. I nuovi contratti, riferiti al triennio 2019-2021, si contraddistinguono rispetto al passato per la portata innovativa di molti dei loro contenuti, in particolar modo quelli legati al nuovo ordinamento professionale. Tra i relatori: Antonio Naddeo, Presidente di ARAN, e Serena Sorrentino, Segretaria FP CGIL.

Rivedi lo Scenario Nuovo codice degli appalti: liberare le potenzialità del sistema-paese con Matteo Salvini, Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. Anche in tema di appalti pubblici, gli ultimi anni sono stati decisivi. Quali le recenti novità e i nodi ancora da scogliere? Un percorso che ha visto nella recente riforma complessiva del Codice degli appalti un ultimo e fondamentale passaggio. Questo nuovo contesto regolamentare deve ora tradursi in una politica in grado di ridurre realmente oneri e tempi amministrativi e di rendere il procurement pubblico un vero driver di sviluppo del Paese.

Rivedi la Premiazione dei vincitori di “PA sostenibile 2023”, svoltasi in chiusura della manifestazione. La città Metropolitana di Cagliari, l’Officina Futuro Fondazione W-Group, l’ASL CN2 di Alba e Bra e la Commissione Genere dell’Università degli studi di Brescia, vincono il premio promosso da FPA in collaborazione con ASviS per i progetti di sostenibilità “inclusione, empowerment e persone” nella Pubblica Amministrazione.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Su questo argomento

Del cigno nero, del rinoceronte grigio, dell’ippopotamo e di altri animali fantastici