Il ruolo degli Uffici Tecnici nei processi di governo dei patrimoni pubblici

Home Riforma PA Procurement Pubblico Il ruolo degli Uffici Tecnici nei processi di governo dei patrimoni pubblici

Un articolo di Raffaele Gentile estratto dalla Rivista "FMI – Facility Management Italia".

31 Maggio 2012

R

Raffaele Gentile

Articolo FPA

Un articolo di Raffaele Gentile estratto dalla Rivista "FMI – Facility Management Italia".

L’attuale tendenza a proporre modelli di specializzazione sempre più accentuata e diversificata per la gestione dei patrimoni immobiliari comporta sovente il rischio di approcci metodologico-operativi estremamante parcellizzati e ”a compartimenti stagni” da parte degli operatori preposti a tale complessa attività. Nel caso dei patrimoni pubblici, il problema riguarda direttamente gli Uffici Tecnici, oggi più che mai alla ricerca di un’identità correttamente rapportata alle nuove e preesistenti esigenze degli enti da cui dipendono. Ma agli Uffici Tecnici degli enti pubblici oggi occorre richiedere una nuova competenza rispetto a cui ri-configurare e ri-aggiornare i modelli organizzativi ed i profili professionali: la capacità di affrontare unitariamente i complessi processi di governo dei patrimoni, dalla fase progettuale, alla fase realizzativa, fino alla fase gestionale. Delegando anche le funzioni tecniche prettamente operative a soggetti esterni, ma acquisendo adeguato know how manageriale ed esercitando un incisivo presidio rispetto a quei fondamentali compiti di programmazione e controllo che non potranno essere mai esternalizzati.

Vai all’articolo (in formato pdf)