Studio di fattibilità: un supporto decisionale per i progetti immobiliari

Home Riforma PA Procurement Pubblico Studio di fattibilità: un supporto decisionale per i progetti immobiliari

Un articolo di Giampiero Bambagioni estratto dalla Rivista "FMI – Facility Management Italia".

1 Ottobre 2013

G

Giampiero Bambagioni

Articolo FPA

Un articolo di Giampiero Bambagioni estratto dalla Rivista "FMI – Facility Management Italia".

Nel nostro Paese, i progetti di realizzazione, valorizzazione e riqualificazione di patrimoni immobiliari risultano sovente carenti di una fase di analisi e valutazione ex ante tale da poter preventivamente esaminare e ponderare tutti i diversi e copresenti aspetti che possono direttamente o indirettamente condizionare il progetto stesso. Aspetti, questi, complessi ed eterogenei che attengono alla sfera economica, finanziaria, urbanistica, edilizia, sociale, ecc. e che necessitano di un attento e mirato esame ben prima di affrontare la fase progettuale e realizzativa. In questo quadro, lo ”Studio di fattibilità” – così come prefigurato anche dal Codice dei contratti pubblici – può rappresentare uno strumento chiave di natura analitico-decisionale e fornire agli operatori del settore immobiliare una fondamentale base su cui impostare razionalmente e consapevolmente l’eventuale sviluppo delle fasi progettuali e realizzative. Ma il gap del nostro Paese al riguardo è notevole, pur in presenza di ormai sperimentate linee guida e best practice sviluppate a livello nazionale ed internazionale.

Vai all’articolo (in formato pdf)