Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ISS: resi pubblici i dati dell’indagine “Okkio alla Salute”

Home Sanità ISS: resi pubblici i dati dell’indagine “Okkio alla Salute”

In ocassione dell’Obesity Day, sono stati presentati i dati del progetto "Okkio alla SALUTE", un’indagine condotta nelle scuole italiane dal Ministero del Welfare, coordinata dall’ISS, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, 18 Regioni italiane e con la partecipazione dell’Istituto nazionale di Ricerca e Nutrizione.

10 Ottobre 2008

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

In ocassione dell’Obesity Day, sono stati presentati i dati del progetto "Okkio alla SALUTE", un’indagine condotta nelle scuole italiane dal Ministero del Welfare, coordinata dall’ISS, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, 18 Regioni italiane e con la partecipazione dell’Istituto nazionale di Ricerca e Nutrizione.

Grazie al lavoro e alla collaborazione tra il mondo della sanità e quello della scuola, per la prima si hanno a disposizione dati confrontabili tra le regioni italiane che descrivono con precisione il problema del sovrappeso e dell’obesità tra i bambini. Tra i 45.500 bambini frequentanti la terza classe primaria misurati e intervistati, il 12,3 % dei bambini è risultato obeso e il 23,6% in sovrappeso, cioè un 1 bambino su 3 ha un peso superiore a quello che dovrebbe avere per la sua età. Applicando questi valori all’intera popolazione di bambini delle scuole primarie, si arriva a stimare che 1 milione e centomila bambini tra i 6 e gli 11 anni sono sovrappeso o obesi in tutta Italia. Le differenze tra regioni sono notevoli, con situazioni più gravi al Sud.
Un problema emerso è quello della mancata percezione del problema da parte dei genitori. La raccolta di dati attraverso "OKkio alla Salute" ha permesso di ottenere informazioni tempestive e a costi limitati su aspetti importati della salute dei bambini. La diffusione di questi risultati e la ripetizione nel tempo di tale raccolta rappresenta la base per azioni di prevenzione di comportamenti dannosi e la promozione di stili di vita salutari.  Fonte: ISS
 

Su questo argomento

APP PA: l'elenco delle app ufficiali della Pubblica Amministrazione