La tecnologia Smart Inclusion arriva all’Ospedale Bambino Gesù

Home Sanità La tecnologia Smart Inclusion arriva all’Ospedale Bambino Gesù

E’ stato inaugurato oggi, presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, il progetto “Smart Inclusion”, realizzato con il sostegno del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, con il supporto tecnologico del Gruppo Telecom Italia e la supervisione scientifica del CNR-ISOF di Bologna.

L’iniziativa, presentata in anteprima a FORUM PA ’09 dal Ministro Brunetta con i principali partner di progetto, si caratterizza per un alto grado di innovazione tecnologica.

15 Settembre 2009

C

C.B.

Articolo FPA

E’ stato inaugurato oggi, presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, il progetto “Smart Inclusion”, realizzato con il sostegno del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, con il supporto tecnologico del Gruppo Telecom Italia e la supervisione scientifica del CNR-ISOF di Bologna.

L’iniziativa, presentata in anteprima a FORUM PA ’09 dal Ministro Brunetta con i principali partner di progetto, si caratterizza per un alto grado di innovazione tecnologica.

Dal Bambin Gesù spiegano, infatti, che Smart Inclusion è basato su una soluzione capace di “integrare su un’unica piattaforma tecnologica servizi di teledidattica, intrattenimento e gestione dei dati clinici, consentendo ai bambini lungodegenti di partecipare alla vita sociale collegandosi con il mondo esterno in maniera semplice ed immediata, attraverso un touchscreen, e al personale sanitario di disporre di strumenti evoluti a supporto dei processi di cura dei piccoli pazienti”.

Oltre ad importanti risultati di natura socio-assistenziale, il progetto registra piena aderenza alle indicazioni UE, impiegando una piattaforma tecnologica totalmente Linux-based, che “ha consentito avanzate performance e risparmi economici di circa € 1.000 per ogni postazione ed € 500 per ogni terminale ospedaliero”

La realizzazione presso il Bambino Gesù, prima in Italia dopo lo start up bolognese, attraverso l’impiego di 28 terminali “Smart Care”,  prevede l’integrazione tra cinque classi elementari e medie dell’Istituto Comprensivo “via Giulia 25” e le Unità Operative di Oncologia ed Ematologia Pediatrica del Modulo Interdisciplinare di Terapie Avanzate (MITA).

E’ stato confermato che Smart Inclusion sarà esteso ad altri sei ospedali entro il 2009.

Per saperne di più vi invitiamo a seguire in video la demo Smart Inclusion registrata a FORUM PA ’09.