Raccolta differenziata porta a porta: parte la sperimentazione a Roma

Home Temi Verticali Energia e Ambiente Raccolta differenziata porta a porta: parte la sperimentazione a Roma

Un nuovo modello di raccolta differenziata è stato attivato sul territorio del X Municipio del Comune di Roma.
Circa 51.000 cittadini, residenti nel quartiere tuscolano (tutti quelli sul "lato destro" di Via Tuscolana nel tratto compreso tra Piazza Don Bosco e Piazza dei Tribuni) per una densità abitativa di 42.5 kab/kmq, una delle più alte in europa.

7 Luglio 2010

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Un nuovo modello di raccolta differenziata è stato attivato sul territorio del X Municipio del Comune di Roma.
Circa 51.000 cittadini, residenti nel quartiere tuscolano (tutti quelli sul "lato destro" di Via Tuscolana nel tratto compreso tra Piazza Don Bosco e Piazza dei Tribuni) per una densità abitativa di 42.5 kab/kmq, una delle più alte in europa.

// <![CDATA[tweetmeme_source = ‘Forum_PA’; tweetmeme_service = ‘bit.ly’;// ]]>

Il modello prevede l’eliminazione su strada dei cassonetti per la raccolta indifferenziata e la consegna porta a porta di sacchetti per la raccolta dell’umido. In base alle nuove norme il materiale di scarto umido e l’indifferenziato dovrà essere conferito dai cittadini presso isole mobili poste al massimo a centro metri di distanza dalle abitazioni disponibili a determinati orari comunicati agli abitanti.

Vi saranno in totale 51 punti di stazionamento e 17 punti di stazionamento per ogni ora di servizio.
Le isole saranno presidiate da 2 operatori che accetteranno o meno il materiale conferito e che portanno fare "multe" in caso di cattivo smistamento. La carta e il "multimateriale (vetro, plastica e latta) non verrà accettato e dovrà essere depositato presso gli appositi cassonetti che saranno gli unici a rimanere per strada.

In totale ogni giorno nella zona interessata opereranno 34 operatori AMA che rilasceranno anche informazioni ai cittadini sul corretto modo di operare.
Questo modello di raccolta si differenzia fortemente da quello adottato in altre città (dove vengono dati ai cittadini fino a 6 diversi contenitori per la raccolta) ed AMA ritiene che sia più valido per una città complessa come la capitale.

L’obiettivo dichiarato è quello di estendere la raccolta differenziata dagli attuali 51.000 ai 370.000 cittadini entro l’anno.