Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

A breve ICity Rate2016

Home Città e Territori A breve ICity Rate2016

Si arricchiscono il modello di lettura e la base dati puntando a dare rappresentazione non solo, e non tanto, della “smartness” delle città ma anche della capacità di risposta dei territori rispetto alle proprie specificità e vulnerabilità.

7 Ottobre 2016

G

Gianni Dominici

Mancano pochi giorni e anche quest’anno conosceremo la classifica delle città italiane nella corsa alla smart city, con qualche novità!

Non cambia l’obiettivo dell’indagine: fotografare la situazione delle città italiane nel percorso verso città più intelligenti, ovvero più vicine ai bisogni dei cittadini, più inclusive, più vivibili.

E non cambia neppure la scelta delle dimensioni tematiche: si analizzano le dinamiche urbane riguardo ai pilastri del paradigma delle città intelligenti – economy, living, environment, people, mobility, governance e legality.

Si arricchiscono invece il modello di lettura e la base dati puntando a dare rappresentazione non solo, e non tanto, della “smartness” delle città ma anche della capacità di risposta dei territori rispetto alle proprie specificità e vulnerabilità. Da un lato è, infatti, possibile dar conto, attraverso i dati, della capacità dei governi locali di operare scelte capaci di spingere lo sviluppo urbano verso traguardi sostenibili, dall’altro è importante leggere tali iniziative tenendo in considerazione la natura dei bisogni e dei rischi che differenziano tra loro le città.

La base dati per il 2016 si amplia, gli indicatori presi in analisi passano da 84 a 105.

Oltre agli indicatori derivati dalle fonti statistiche ufficiali, FPA ha quest’anno effettuato diverse indagini ad hoc per cogliere le fenomenologie ancora non “cristallizzate”. Alcune tra le più interessanti: open data, sharing economy, makers & fablab, capacità di attrazione finanziamenti UE per la ricerca, indici di performance delle amministrazioni sui social network, pianificazione partecipata, e molte altre.

Vi aspettiamo a Bologna, il 20 e il 21 ottobre con #icitylab16.
Ad aprire la Manifestazione, sarà il convegno inaugurale “Conoscere, collaborare e realizzare nelle città dei dati” durante il quale saranno presentati i risultati del Rapporto ICity Rate.

Su questo argomento

APP PA: l'elenco delle app ufficiali della Pubblica Amministrazione