Chiara Morandini: “Da Trento parte la riconversione in fibra ottica della rete nazionale”

Dialogo con.. Chiara Morandini, già Dirigente del servizio di innovazione del Comune di Trento
Home Città e Territori Chiara Morandini: “Da Trento parte la riconversione in fibra ottica della rete nazionale”

Un progetto di infrastrutturazione del territorio, che sosterrà la transizione digitale e lo sviluppo dell’industria 4.0. L’obiettivo è quello di portare entro un anno la fibra in casa di tutti gli utenti in modo che possano godere di una connettività veloce, performante e stabile. Ce ne parla Chiara Morandini, già Dirigente del servizio di innovazione, ricerca e transizione digitale del Comune di Trento

1 Dicembre 2021

F

Redazione FPA

Dialogo con.. Chiara Morandini, già Dirigente del servizio di innovazione del Comune di Trento

Per la serie “Dialoghi sull’innovazione urbana” – gli incontri sul futuro delle città e sugli scenari della ripartenza, nel contesto del progetto  ICity Club – l’intervista a Chiara Morandini, già Dirigente del servizio di innovazione, ricerca e transizione digitale del Comune di Trento, che ha raccontato a Clara Musacchio, dell’area Gare, Ricerca, Advisory e Formazione di FPA, il progetto di spegnimento della centrale della circoscrizione di Mattarello per l’avvio della transizione alla tecnologia Fiber to the home (FTTH), che progressivamente riguarderà l’intero territorio nazionale.

“Si tratta di un progetto che riguarda l’infrastrutturazione del territorio, e che avrà importantissime ricadute positive, abilitando e migliorando la fruizione dei servizi online, sostenendo con tecnologia avanzata la transizione digitale del territorio e dei servizi offerti e lo sviluppo dell’industria 4.0. L’obiettivo è quello di portare entro un anno la fibra in casa di tutti gli utenti in modo che possano godere di una connettività veloce, performante e stabile” ha commentato Chiara Morandini.  

Il progetto è stato possibile grazie all’intesa tra TIM, Comune e Provincia autonoma di Trento. Nello specifico, il ruolo del Comune di Trento è quello di sostenere la transizione dalle abituali linee di connessione alla FTTH, tramite iniziative di informazione (anche attraverso l’attivazione di uno sportello dedicato), comunicazione e coinvolgimento, illustrando i vantaggi offerti.  

Le attese sono ampie e riguardano anche le opportunità di rigenerazione sostenibile del territorio che si apriranno grazie alla riqualificazione dell’area di Matterello con lo spegnimento e la riconversione della centrale.  

Trento partecipa a ICity Club, l’osservatorio della trasformazione digitale urbana di FPA