Esperienze di ecosistemi dell’innovazione. Il caso della Regione Puglia. Sesta puntata della rubrica podcast di FPA e Lutech

Home Città e Territori Esperienze di ecosistemi dell’innovazione. Il caso della Regione Puglia. Sesta puntata della rubrica podcast di FPA e Lutech

Come promuovere lo sviluppo e la crescita dei territori con politiche e investimenti, anche provenienti dal mondo privato, che possano portare competenze, tecnologie, talenti, progresso, migliorando la qualità della vita della comunità? La risposta arriva dal PNRR con il finanziamento di Ecosistemi dell’innovazione. Ne abbiamo parlato con Gianna Elisa Berlingerio, Direttora del Dipartimento Sviluppo Economico della Regione Puglia, ed Emilio Vandelli, Industry Leader Public Sector & Healthcare del Gruppo Lutech, in questa sesta puntata della rubrica podcast “Digital Evolution. Scenari di innovazione per la pubblica amministrazione”, realizzata da FPA e Lutech

15 Novembre 2023

F

Redazione FPA

Foto di Artem Bryzgalov su Unsplash - https://unsplash.com/it/foto/illustrazione-al-tratto-bianco-e-nero-r4qdM8iD5WY

Lo sviluppo del tessuto economico dei territori parte dalla rete, ovvero dalla capacità di collaborare tra il sistema della ricerca, il sistema produttivo e le istituzioni territoriali. Nel PNRR sono definiti “leader territoriali di ricerca e innovazione” gli Ecosistemi dell’innovazione: reti di università statali e non statali, enti pubblici territoriali, altri soggetti pubblici e privati altamente qualificati e internazionalmente riconosciuti. Di questo e di come promuovere lo sviluppo e la crescita dei territori con politiche e investimenti, anche provenienti dal mondo privato, abbiamo parlato nella sesta puntata della rubrica podcast “Digital Evolution. Scenari di innovazione per la pubblica amministrazione”, realizzata da FPA e Lutech.

Ospiti della puntata Gianna Elisa Berlingerio, Direttora del Dipartimento Sviluppo Economico della Regione Puglia, e Emilio Vandelli, Industry Leader Public Sector & Healthcare del Gruppo Lutech.

“Legare il tema degli ecosistemi al fondo PNRR potrebbe essere fuorviante” racconta Gianna Elisa Berlingerio di Regione Puglia e prosegue: “È vero che ci sono stati importanti finanziamenti, come quelli relativi ai partenariati estesi da parte del Ministero dell’Università e della Ricerca, ma gli ecosistemi rappresentano un’opportunità di sviluppo per cui la regione Puglia aveva già attivato delle dinamiche”.

Nel corso del tempo, la regione ha sostenuto la nascita dei distretti tecnologici produttivi e la strategia regionale è evidente anche nella creazione di un Osservatorio sul digitale che comprende soggetti pubblici e privati, nell’avvio della fase di consultazione per la redazione condivisa con gli stakeholder dell’Agenda PugliaDigitale2030, ma anche nella sperimentazione di percorsi di Open Innovation. La proposta di legge sull’Open Innovation, che sta per essere approvata, è infatti rilevante per gli “ecosistemi dell’innovazione”, supporta le potenzialità del territorio, mette insieme i vari soggetti a partire dalle imprese – piccole, medie, grandi – alle università, per progetti di ricerca e sviluppo che possono creare valore aggiunto nel territorio e all’interno dello scenario nazionale e internazionale.

Negli ultimi 12-18 mesi c’è stata un’intensa attività di investimento sul territorio pugliese da parte di imprese già localizzate o che si sono insediate in Puglia. E dal mondo imprenditoriale parte il progetto di Lutech con un investimento di circa 24milioni di euro per lo sviluppo di MILE, il Polo di Innovazione Tecnologica creato all’interno del Parco Scientifico Tecnologico Tecnopolis di Bari. Favorirà la nascita di progetti di ricerca sulla blockchain, sull’intelligenza artificiale, sulla tecnologia quantum computing, sul Digital Twin e la partecipazione ai partenariati estesi di cui parla il PNRR. 

“Abbiamo deciso – afferma Emilio Vandelli – di investire a Bari perché abbiamo trovato un tessuto culturale, istituzionale molto frizzante, un posizionamento geografico interessante per eventuali prospettive di ampliamento nell’area mediterranea e soprattutto delle competenze a livello universitario che ci permettevano di avere delle prospettive per il futuro”. Lutech lavora molto con il mondo delle startup, con l’imprenditoria locale e con le istituzioni, motivo per cui ha lanciato Lutech Open Innovation Hub, la piattaforma con cui il Gruppo dà vita a diverse iniziative: Lutech Campus a Milano, DemoLab IoT in Emilia-Romagna, Lutech MILE a Bari.

Per saperne di più, ascolta tutte le puntate su Spreaker.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Su questo argomento

Fabio Graziosi (Vitality): "Gli Ecosistemi dell’Innovazione esprimono la relazione con il territorio"