ICity Talk – un futuro a trazione urbana: Cristina Tajani presenta “Città prossime. Dal quartiere al mondo: Milano e le metropoli globali”

Home Città e Territori ICity Talk – un futuro a trazione urbana: Cristina Tajani presenta “Città prossime. Dal quartiere al mondo: Milano e le metropoli globali”

Il primo appuntamento della serie ICity Talk, incontri dedicati all’approfondimento di tematiche urbane, ha come protagonista Cristina Tajani, Consigliera esperta presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Docente presso il Politecnico di Milano, che presenta il suo libro “Città prossime: Dal quartiere al mondo: Milano e le metropoli globali”, intervistata da Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA

6 Aprile 2022

F

Redazione FPA

Cosa ne sarà delle città nella fase post pandemica? Quale sarà il prossimo futuro auspicabile? Cristina Tajani, Consigliera esperta presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Docente presso il Politecnico di Milano, ne parla nel libro “Città prossime. Dal quartiere al mondo: Milano e le metropoli globali”, un volume dedicato alle città a misura d’uomo, vicine agli abitanti e ai loro bisogni, in cui ognuno potrà raggiungere i principali servizi in 15 minuti. L’autrice è stata nostra ospite nel primo appuntamento della serie ICity Talk, incontri dedicati all’approfondimento di tematiche urbane, intervistata da Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA.

È lecito chiedersi in che direzione andranno le città, fin da subito le più colpite dallo shock pandemico e le istituzioni più vicine ai cittadini. “Città prossime” vuole sottolineare l’idea di futuro auspicabile nel tempo per le istituzioni locali, soffermandosi su policy virtuose. Parte infatti dall’esperienza milanese, città per la quale Cristina Tajani è stata Assessora per 10 anni, il ragionamento sulle città del post pandemia, che devono affrontare una riorganizzazione spaziale e organizzativa. 

L’esperienza di Milano è quindi l’occasione per lanciare spunti su policy possibili: parlare di Milano per comprendere quale sarà il futuro delle “prossime città”, anche e non solo, in relazione ai territori circostanti e fare un ragionamento sugli elementi che caratterizzano questo particolare momento storico.

Nel libro si parla di innovatori sociali, di near working e di spazi ibridi che definiscono un nuovo modo di lavorare e di socializzare, del rapporto tra le grandi aree urbane e i territori circostanti, ma anche della capacità di governare dal basso, per fornire soluzioni pratiche a problemi collettivi. Il volume ha l’obiettivo di segnare le traiettorie per indicare politiche pubbliche possibili e desiderabili, volte a favorire la capacità di “governare includendo”, citando non solo i singoli, ma anche i gruppi sociali emergenti, che si sono affacciati sulla scena pubblica cittadina negli ultimi due anni.

Questo contenuto è realizzato nell’ambito delle attività di ICity Club – L’Osservatorio della trasformazione digitale urbana di FPA

Su questo argomento

MEsM@RT: il progetto che trasforma Messina in una “città vivente”