Le città intelligenti viste dal resto del mondo: a SMART City Exhibition i “guru” internazionali dell’innovazione

Home Città e Territori Le città intelligenti viste dal resto del mondo: a SMART City Exhibition i “guru” internazionali dell’innovazione

Non si può parlare di smart city senza confrontarsi con le esperienze internazionali: è un passo necessario per acquisire nuove conoscenze, stimolare la riflessione, sviluppare collaborazioni, imparare dagli errori e dai successi già sperimentati in altri contesti, pur tenendo sempre presenti le specificità irripetibili dei singoli territori. Ecco perché abbiamo scelto di dedicare ai “Casi” una rubrica di Smartinnovation, raccontando le città che stanno scommettendo sull’innovazione per una migliore qualità della vita. Ma tra poco più di un mese ci sarà un’inedita occasione per gettare lo sguardo oltre i nostri confini e la offriranno gli appuntamenti di SMART City Exhibition, evento in programma a Bologna dal 29 al 31 ottobre 2012.

17 Settembre 2012

R

Redazione FORUM PA

Non si può parlare di smart city senza confrontarsi con le esperienze internazionali: è un passo necessario per acquisire nuove conoscenze, stimolare la riflessione, sviluppare collaborazioni, imparare dagli errori e dai successi già sperimentati in altri contesti, pur tenendo sempre presenti le specificità irripetibili dei singoli territori. Ecco perché abbiamo scelto di dedicare ai “Casi” una rubrica di Smartinnovation, raccontando le città che stanno scommettendo sull’innovazione per una migliore qualità della vita. Ma tra poco più di un mese ci sarà un’inedita occasione per gettare lo sguardo oltre i nostri confini e la offriranno gli appuntamenti di SMART City Exhibition, evento in programma a Bologna dal 29 al 31 ottobre 2012.

Caratteristica centrale della nuova manifestazione, nata della collaborazione tra FORUM PA e Bologna Fiere, sarà, infatti, il respiro internazionale, grazie alla presenza di rappresentanti delle maggiori città europee e di relatori di livello mondiale. Tra questi, solo per citarne alcuni: Carlo Ratti, ingegnere e professore al MIT di Boston, nonché fondatore del gruppo di ricerca SENSEable City Lab; il primo presidente della Rete Spagnola delle Città Intelligenti, Iñigo de la Serna, che a soli 41 anni è già al suo secondo mandato come sindaco di Santander e che con il progetto Smart Santander sta rivoluzionando il capoluogo della Cantabria; l’urbanista inglese Charles Landry, ispiratore del movimento globale della “città creativa”, secondo un’espressione  da lui coniata nei tardi anni ’80 e fonte d’ispirazione del suo testo “The Creative City: A Toolkit for urban innovators”; Ger Baron, cluster manager ICT dell’organizzazione pubblica non profit Amsterdam Innovation Motor (AIM) e deus ex machina del programma Amsterdam Smart City (AMS), rivelatosi uno dei pochi esempi di innovazione urbana sostenibile, grazie al supporto strutturato della PA.

Per conoscere meglio gli oltre 20 protagonisti internazionali che si potranno ascoltare dal vivo nella tre giorni bolognese, ogni settimana vi segnaleremo un loro profilo approfondito pubblicato sul sito della manifestazione (da cui è anche possibile accreditarsi alla mostra e iscriversi ai convegni, i cui panel sono in fase di completamento).

Già on line i profili di

 

Leggi l’editoriale di presentazione di Carlo Mochi Sismondi

 

Su questo argomento

Le città del post-emergenza e il digitale per la resilienza