Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Parigi social e sociale

Home Città e Territori Parigi social e sociale

Il Tour de France (dell’innovazione) è alla ricerca dei progetti innovativi sulle tracce della corsa ciclistica più famosa al mondo. Oggi parliamo di Parigi e del suo progetto di innovazione. Al prossimo Tour!

29 Luglio 2019

Tappa 21 - Parigi

Fin, come direbbero in Francia.

Il Tour de France è finito con l’arrivo a Parigi. Lasciamo al commento tecnico della seconda parte dell’articolo tutti gli argomenti inerenti alla corsa ciclistica, e proviamo a tirare un po’ le somme su quello che è stato il nostro Tour de France dell’Innovazione.

Con quello di Parigi, abbiamo parlato di 21 progetti che stanno cercando di innovare la Francia, sia nelle grandi città, che nelle zone rurali, senza tralasciare le tappe in Belgio, con i progetti territoriali di quest’altra zona d’Europa.

Il fattore interessante di questi progetti è stata l’eterogeneità: i progetti nelle zone rurali non hanno avuto nulla da demeritare in confronto a quelli delle città più grandi. Sfogliando i progetti senza collegarli al territorio in cui sono stati portati avanti, non potremmo decidere se si tratta di attività di un grande centro o di un piccolo paesino.

Questo vuol dire che l’innovazione è democratica: per portare avanti una buona iniziativa non servono per forza molti soldi da stanziare da parte della pubblica amministrazione. Chiunque può farlo visto che, oramai, il digitale ha un costo molto basso rispetto a qualche anno fa.

Finiamo in bellezza, dunque, con Parigi, con un’app dedicata al sociale.

Social e sociale

L’amministrazione comunale della Capitale francese ha messo a punto una app dedicata interamente al sociale e alla cura, mentale e corporale, delle persone.

Si chiama Peps e offre un catalogo ampio di offerte a disposizione di tutti. Si va dalla ricerca di un alloggio alla cura di se stessi. Su questa app si può cercare dove praticare svariati sport, o dove trovare i biglietti di un cinema o di un teatro. Inoltre, questa piattaforma permette di trovare lavoro, grazie a degli annunci pubblicati all’interno del portale, e anche di imparare il francese, magari per chi vive da poco in questa grande città.

Inoltre, c’è una parte fondamentale di questo portale che permette alle persone accompagnate da un assistente sociale di avere i propri documenti sotto mano, senza dover per forza uscire di casa.

Il resoconto della tappa

L’ultima tappa del Tour de France, da che mondo è mondo, è una lunga passerella con cui i reduci dei ventuno giorni in giro per la Francia arrivano a Parigi omaggiati da un mare di folla.

L’arrivo di ieri sugli Champs-Élysées è servito a consacrare alcuni corridori in qualità di presente e futuro di questo sport.

Parigi ha consacrato Caleb Ewan come uno dei velocisti più forti della sua generazione. Il venticinquenne australiano ha chiuso questa edizione della Grand Boucle con tre vittorie (la terza ottenuta proprio ieri a Parigi) e il secondo posto nella classifica a punti. Nessuno tra i velocisti ha fatto meglio di lui.

Quasi nessuno in realtà, anche se quello di Peter Sagan è un caso limite. Lo slovacco ha chiuso per la settima volta un Tour con indosso la maglia verde, pur avendo vinto quest’anno solamente una tappa. Il paradosso è che quindi a Sagan sono bastati i piazzamenti per salire anche quest’anno sul podio di Parigi, un risultato che comunque lo consacra una volta di più tra i più grandi di questo sport.

E questo Tour ha certamente fissato per sempre nel firmamento dei campioni la stella di Egan Bernal. Il colombiano è il terzo vincitore più giovane nella storia del Tour, il primo colombiano e sudamericano a cogliere questo successo e il terzo extraeuropeo a chiudere in giallo a Parigi.

Dunque Félicitations, Egan!

Il commento della tappa di Marco Baldi

Parigi da sempre è città che sperimenta e aggiunge nuovi elementi. 
Lo farà certamente anche nella ricostruzione del tetto di Notre Dame. 
Per il momento ha confermato questa attitudine organizzando uno splendido arrivo al tramonto del 106esimo Tour de France.

Rivivi tutte le tappe de Il Tour de France dell’Innovazione

Lo speciale

Tour de France (dell’innovazione)

Il Tour de France dell’innovazione è la rubrica giornaliera con cui intendiamo andare alla scoperta delle buone pratiche di innovazione digitale e sociale adottate oltralpe.

6 Luglio 2019

Su questo argomento

APP PA: l'elenco delle app ufficiali della Pubblica Amministrazione