Torna alla manifestazione Logo manifestazione
Talk e rubriche In presenza

PA Cloud first: state of play. L’avanzamento delle strategie nazionali, tra progetti in corso e prospettive future [TK.05]

22 Maggio dalle 16:00 alle 18:00

Sala 1

Indirizzo copiato negli appunti

Il complesso percorso di transizione verso il paradigma cloud delle amministrazioni italiane è ormai entrato nel vivo, sospinto dall’attuazione delle misure PNRR finalizzate a sostenere le PA in perimetro nella migrazione loro verso Polo Strategico Nazionale (PSN) o ambienti cloud qualificati. Il 2024 vedrà due importanti scadenze (target) di rilevanza europea previsti dalle roadmap di attuazione delle due misure 1.2 in tema di infrastrutture digitali (1.1) e migrazione degli enti locali (1.2) Obiettivi che, alla luce degli importanti progressi registrati negli ultimi mesi, sembrano ormai alla portata.

In questo appuntamento approfondiremo lo stato di avanzamento di queste importanti misure, ma rifletteremo anche su come la transizione al cloud, e il contestuale rafforzamento delle infrastrutture tecnologiche della PA, potranno rappresentare le basi su cui si fonderà l’adozione futura di soluzioni basate sull’intelligenza artificiale.  

Programma dei lavori

  • Modera

    •  Eleonora Bove
      Eleonora Bove

      Digital Content Strategist – FPA

    • SESSIONE 1 | Infrastrutture digitali, PSN e processi di migrazione al cloud
    • Intervento di apertura
    •  Adriano Avenia
      Adriano Avenia

      Responsabile misura 1.1 – Dipartimento per la Trasformazione Digitale

      Adriano Avenia svolge da agosto 2020 il ruolo di Esperto presso il Dipartimento per la trasformazione digitale, che prevede il supporto a progetti strategici del Dipartimento e, in particolare, la Strategia Cloud Italia e la sua attuazione.

    • Tavola rotonda
    •  Claudia Angelelli
      Claudia Angelelli

      Senior Manager, Solution Engineering – VMware by Broadcom

      Claudia Angelelli è Senior Manager Solution Engineering per l’area SEMEA di VMware by Broadcom da ottobre 2021. In questo ruolo, Angelelli guida il team tecnico di prevendita, con l’obiettivo di aiutare i clienti nella definizione del proprio percorso di trasformazione digitale e di modernizzazione delle applicazioni.

      Angelelli arriva in VMware dopo una lunga esperienza in Microsoft, dove, a partire dal 1997, ha ricoperto incarichi di crescente responsabilità, fino a diventare Technical Lead della Divisione One Commercial Partner dedicata allo sviluppo tecnico del canale Partner. In questo ruolo ha guidato il team dei Partner Technology Strategist, con l’obiettivo di abilitare i partner nello sviluppo di progetti di trasformazione digitale sfruttando le potenzialità della tecnologia Microsoft. Angelelli ha iniziato il proprio percorso professionale in Olivetti DSI, dove è stata Technical System Engineering, Finance Area dal 1989 al 1997.

      Claudia Angelelli ha perfezionato la propria formazione conseguendo diverse specializzazioni, tra cui il “Master Starting Directors” presso SDA Bocconi e due Master presso INSEAD in “Business Strategy & Financial Acumen” e “Conversation and Storytelling in the Age of Digital transformation”.

      Recentemente ha vinto il premio Microsoft Power Women in Tech Award per l’anno 2023, un riconoscimento rivolto a 12 professioniste che guidano l’innovazione e l’inclusione nel settore tecnologico in ambito Europeo.

    •  Claudio Pellegrini
      Claudio Pellegrini

      Sales Local Government & Health – TIM Enterprise

      Laureato in ingegneria elettronica al Politecnico di Torino, nel 1993 è assunto in Telecom Italia dove ha lavorato per sette anni nel ruolo di National Account Manager della Divisione Clienti Top. Nel 2000 entra in COLT Telecom, multinazionale inglese leader nei servizi a banda larga per aziende, dove matura un percorso professionale di vendita con incarichi di crescente responsabilità che gli valgono la promozione a dirigente e il conseguimento del ruolo di Direttore Vendita.

      Nel 2005 entra in Fastweb per prendere parte al progetto di costituzione della Divisione Business dell’azienda. Inizialmente assunto nel ruolo di Direttore Prevendita, nei successivi tredici anni ha svolto incarichi di Direttore Vendita nazionale dei mercati PAL, Banking & Insurance, Public Sector ed infine Executive. Nel 2016 è stato inoltre responsabile dell’integrazione del ramo di azienda Tiscali Business acquisito a seguito dell’accordo Fastweb/Tiscali del valore di 58 milioni di euro. Dal 2012 al 2018 è stato membro del CdA di QxN, consorzio costituito da Fastweb, BT, Wind e TIM per gestire l’infrastruttura tecnologica del Sistema Pubblico di Connettività delle Pubbliche Amministrazioni italiane.

      Nel 2018 è stato chiamato nella divisione Business di Vodafone Italia dove ha creato la business line Public Sector. Dal 2020 è Direttore in TIM con la responsabilità del Mercato Pubblica Amministrazione Locale e Sanità. È sposato e ha due figli.

    •  Anna Sappa
      Anna Sappa

      Dirigente Ufficio esercizio infrastrutture, D.C. organizzazione digitale – INAIL

      Matura la prima fase della esperienza professionale, prima in Finsiel e poi in Consip, nello sviluppo e gestione di soluzioni applicative per il Ministero dell’Economia, sia in ambito contabilità pubblica, sia in ambito gestione economica e giuridica del personale, con particolare focus alla soluzione di payroll dedicata alla Pubblica Amministrazione.

      Da novembre 2017 è responsabile dell’Ufficio Infrastrutture IT della Direzione Centrale per l’Organizzazione Digitale dell’INAIL, dopo aver guidato, prima in Consip dal 2011 e poi in SOGEI dal 2013, la Direzione/Funzione dedicata alla gestione ed evoluzione delle infrastrutture tecnologiche e dei servizi per i datacenter dei dipartimenti del Ministero dell’Economia e della Corte dei conti, conseguendo obiettivi di razionalizzazione e di consolidamento, quali la dismissione del mainframe della Ragioneria Generale dello Stato, la relocation dei CED del Dipartimento degli Affari Generali in un unico sito a via Carucci e, infine, la relocation dei sistemi della Corte dei conti presso il CED SOGEI.

      In INAIL, parallelamente al downsizing del mainframe, sta guidando la reingegnerizzazione su piattaforma cloud (PAS OpenShift) delle applicazioni core dell’Istituto e il progetto di adozione del paradigma cloud nei datacenter dell’INAIL, scelta oggi indispensabile per accelerare la trasformazione digitale, grazie ai livelli di flessibilità e semplificazione che introduce, e per consentire la integrazione con le risorse del cloud pubblico.

      Nell’ambito della sua responsabilità rientrano i servizi di housing agli Enti che hanno deciso di trasferire i propri sistemi presso i datacenter INAIL e, dallo scorso 2019, i servizi di hosting erogati al Ministero della della Salute, cooperazioni nate in attuazione dei principi di sinergia e razionalizzazione introdotti con il disegno dei Poli Strategici Nazionali.

    •  Maurizio Stumbo
      Maurizio Stumbo

      Direttore Soluzioni e Servizi per la PAC – Sogei

      Laureato in Ingegneria Gestionale presso l’Università degli studi della Calabria ed abilitato alla professione di Ingegnere nel 1999. Ha conseguito un master in “Economia e Management della Sanità” presso Università Tor Vergata.

      Esperto in Consulenza Direzionale e Tecnologica in ambito ICT, dal 2016 fino a gennaio 2022, è stato Direttore Sistemi Informativi di LAZIOcrea S.p.A., società In-House di Regione Lazio, che si occupa della Governance del Sistema Informativo Regionale e supporta la Regione Lazio nella definizione delle strategie di crescita digitale, progettando e realizzando le attività connesse all’agenda digitale regionale.

      Dal novembre 2017 al 2021 è stato, inoltre, membro del consiglio direttivo e Vice-Presidente con delega per i servizi sanitari digitali di Assinter –Associazione nazionale che riunisce le aziende di Regioni e Provincie Autonome che operano nel settore dell’informatica per la Pubblica Amministrazione.

      Prima di diventare CIO di LAZIOcrea (già LAit –Lazio Innovazione Tecnologica), dove è stato assunto nel 2006 ed ha ricoperto diversi ruoli di responsabilità aziendali, è stato Project & Program Manager per conto di importanti aziende ICT leader di mercato come Andersen Consulting (poi Accenture), dove dal 2000 al 2005 ha operato in ambito CHT (Communcation & High Tecnologies) in diversi progetti complessi di consulenza ICT per conto numerosi operatori Telco nazionali e internazionali.

      E’ stato cultore della materia di Sistemi CRM presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione de La Sapienza di Roma e docente presso l’Istituto Regionale “Arturo Carlo Jemolo”.

      Dal 1 febbraio 2022 è entrato a far parte di Sogei Spa dove ricopre l’incarico di Direttore Soluzioni e Servizi per la PAC.

    • SESSIONE 2 | Focus Cybersecurity
    •  Alessandro Greco
      Alessandro Greco

      Capo della Divisione Sicurezza architetture e nuove tecnologie, Servizio Certificazione e Vigilanza, Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale

      Già Ufficiale dell’Aeronautica Militare, con incarichi nel settore satellitare e in domini ad alta tecnologia, ha una lunga esperienza su tematiche di cyber security e threat intelligence, nell’ambito della quale ha gestito anche numerose attività di analisi di intrusione e assessment di sicurezza su infrastrutture rilevanti.

      Dopo aver prestato servizio presso lo Stato Maggiore della Difesa e nei ruoli della Presidenza del Consiglio dei Ministri, attualmente lavora presso l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale. In particolare, dopo aver curato l’avvio delle capacità di detection e cyber threat intelligence all’interno del Servizio Operazioni, come Responsabile della Divisione Monitoraggio e Analisi Cyber, attualmente è il Responsabile della Divisione Sicurezza Architetture e Nuove Tecnologie del Servizio Certificazione e Vigilanza, competente in tema di adeguamento e qualificazione delle infrastrutture digitali e dei servizi cloud per la PA, nonché per gli aspetti di sicurezza delle tecnologie emergenti.

      Oltre alla formazione in Accademia Aeronautica, ha conseguito la laurea in Ingegneria delle telecomunicazioni presso l’Università Federico II di Napoli, un master di II livello in sistemi satellitari e un dottorato di ricerca su tematiche cyber presso l’Università Tor Vergata di Roma, nonché diverse certificazioni in ambito cyber.

    • SESSIONE 3 | Facilitare la migrazione al cloud per Comuni, scuole, Aziende sanitarie locali
    • Intervento di apertura
    •  Luciano Noel  Castro
      Luciano Noel Castro

      Responsabile misura 1.2 – Dipartimento per la Trasformazione Digitale

      Luciano Noel Castro guida il Programma Operativo 1.2 (Migrazione al Cloud delle Pubbliche Amministrazioni) da Settembre 2021 in qualità di Esperto.

      In qualità di Program Manager si occupa di coordinare l’intervento, seguirne l’avanzamento e assicurarsi del raggiungimento dei target.

    • Tavola rotonda
    •  Davide D'Amico
      Davide D'Amico

      Direttore Generale per i sistemi informativi e la statistica – Ministero dell’Istruzione e del merito

      Davide D’Amico è Direttore generale dei sistemi informativi e la statistica del Ministero dell’istruzione.
      Si è laureato in Ingegneria elettronica presso l’Università di Tor Vergata dove ha conseguito anche il titolo di Dottore di ricerca in ingegneria dei sistemi sensoriali e di apprendimento approfondendo la progettazione di sistemi digitali complessi in grado di acquisire un numero elevato di dati ( BIG DATA) e di analizzarli utilizzando tecniche complesse di Principal Component Analisys e di Intelligenza artificiale applicata alle Reti Neurali. Ha inoltre conseguito, sempre presso la medesima università, il Master di II° livello in Ingegneria per le pubbliche amministrazioni che gli ha consentito di sviluppare oltre alle competenze amministrative anche quelle relative alla reingegnerizzazione dei processi nelle pubbliche amministrazioni.

      Negli oltre 20 anni di esperienza di ruolo nella pubblica amministrazione, ha maturato significative esperienze che gli hanno consentito di acquisire competenze manageriali nell’ambito della pianificazione strategica, della programmazione, della gestione delle risorse umane, della gestione dei fondi pubblici e codice degli appalti, dell’acquisizione di beni e servizi ICT, della formazione, realizzando progetti complessi di trasformazione digitale. Tra le esperienze più significative del proprio variegato iter professionale è possibile sottolineare quella che gli ha consentito di svolgere un ruolo di primo piano nella ideazione, realizzazione e nel coordinamento del progetto digitale “sofia.istruzione.it” per l’incontro tra domanda e offerta di formazione a cui accedono circa 400.000 docenti, integrato con SPID. E’ stato consulente senior del formez nell’ambito del lavoro pubblico e della progettazione di nuovi sistemi di reclutamento attraverso piattaforme digitali. E’ un esperto di procedure concorsuali digitali ed ha coordinato il progetto per la realizzazione del portale del reclutamento inpa.gov.it.

      E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche e articoli in tema di innovazione per la PA e di digitalizzazione. Ha ricevuto diversi premi per l’innovazione e la trasformazione digitale nella pubblica amministrazione, tra cui: Il Premio PA sostenibile di ForumPA nel 2018, il 1° Premio dell’Associazione giovani classi dirigenti (AGDP) nel 2018 per il progetto “sofia.istruzione.it” ed il prestigioso premio dell’Istituto Europeo della Pubblica Amministrazione (EPSA) nel 2013 per il progetto “La bussola della Trasparenza”.

    •  Licia Mignardi
      Licia Mignardi

      Direttore Dipartimento Datacenter & Cloud – Lepida

      Mi occupo di realizzare e gestire progetti e servizi IT per pubbliche amministrazioni da 30 anni, operando prima in società di consulenza leader di mercato e poi nelle società in house regionali dell’Emilia-Romagna con diversi ruoli direttivi. Ho conseguito una laurea in Scienze Politiche e un MBA. Con un’esperienza pluridecennale di innovazione nella sanità digitale (interoperabilità tra piattaforme regionali ed aziendali, FSE, accesso alle prestazioni sanitarie e servizi on line per professionisti e cittadini), dal 2023 sono responsabile del Dipartimento Data Center&Cloud di Lepida S.c.p.A.

    •  Roberto Patano
      Roberto Patano

      Sr Manager Solution Engineering – NetApp

      Dal 2013 ricopre in NetApp il ruolo di Sr Manager Solution Engineering con responsabilità per tutto il territorio italiano del team di prevendita, a supporto degli account manger, dei clienti e dei partner nella proposizione del valore delle soluzioni. Nella sua vita lavorativa ha accumulato esperienza nel campo del marketing e del business, operando per più di 25 anni all’interno di società IT multinazionali, come Apple Computer, Compaq Computers, Sun Microsystems e Hp Italy.

    •  Andrea Tironi
      Andrea Tironi

      Area Progetti & Operations – Consorzio.IT

      Lavoro in una società in house da 12 anni, per/con la PA dal 1998 e queste sono le cose che penso di aver capito capito: una buona idea è una buona idea, anche se la statistica non è con te nel portarla avanti. Ciò che è giusto è giusto anche se nessuno lo fa, ciò che è sbagliato è sbagliato anche se tutti lo fanno. Lavorare nella PA è una missione, non un lavoro. Il digitale è ovunque. Fare community nella PA è una delle leve di cambiamento più importanti. Nella PA qualcuno può permettersi di rimanere indietro. E’ finita l’epoca dei function points.

      Mi Chiamo Andrea Tironi, lavoro in ConsorzioIT, società Informatica in-house del territorio del cremasco, provincia di Cremona. Cerco di aiutare i comuni nelle innovazioni tecnologiche e non, della nostra epoca. Obiettivo: evolvere insieme, come persone e come enti, per dare servizi sempre più in linea con i tempi. Obiettivo più alto: se la PA diventa efficiente, il Paese diventa efficiente: e’ un affare di stato, come dice il ministro dell’Innovazione Tecnologica.

      Parlare di digitalizzazione ormai è qualcosa che suona di antico, è come parlare di corrente. La digitalizzazione è parte integrante della vita di ognuno di noi e dei progetti, quindi della PA, è qui per rimanere ed è qui per rimanere.

      Siamo tutti immersi nell’infosfera, soprattutto dopo la pandemia molti se ne sono accorti. Tutto il resto sono scuse della PA per permettersi di restare indietro. Il mondo è cambiato: si possono fare due cose: resistere al cambiamento soffrendo o prenderne il meglio è seguirlo.

      Il problema della PA (ma anche del privato) è raramente il digitale ( di tecnologia ne abbiamo anche troppa e come nella storia succede spesso la usiamo male ), non sono le risorse (vedi PNRR), sono le persone non pronte al cambiamento. Lì dobbiamo lavorare al meglio.

In collaborazione con