Torna alla manifestazione Logo manifestazione
Talk e rubriche In presenza

Sostenibilità ambientale tra industria digitale e Pubblica Amministrazione: punto di partenza e sfide future [TPA.02]

23 Maggio dalle 14:30 alle 15:30

Sala 5

Indirizzo copiato negli appunti

RIVEDI IL VIDEO DELL’EVENTO

Viviamo in un’epoca in cui la tecnologia è al centro della vita quotidiana. Tuttavia, serve maggiore consapevolezza rispetto all’impatto che l’utilizzo dei sistemi informatici sull’ambiente. Oggi, più che mai, infatti, è essenziale riflettere sull’importanza della sostenibilità nel settore informatico. Le tecnologie pur essendo fondamentali per il progresso, consumano quantità enormi di risorse ed energia, che impattano significativamente sull’ambiente. Tante sono le politiche che l’industria digitale sta attuando: dalla promozione dell’efficienza energetica volta a ottimizzare sistemi e infrastrutture per ridurre il consumo di energia, all’utilizzo di server più efficienti, che consentano di adottare tecnologie a basso consumo energetico, passando alla riduzione dei rifiuti elettronici e alla promozione del riciclo responsabile, cercando modi per estendere la vita utile dei nostri dispositivi. In questo scenario, anche le Pubbliche Amministrazioni hanno iniziato ad avere una sempre maggiore consapevolezza che il consumo energetico delle strutture e infrastrutture ha sull’ambiente. L’adozione di soluzioni green, come infrastrutture più efficienti dal punto di vista energetico, la digitalizzazione dei processi e la riduzione dell’uso della carta, sono solo i primi passi affinché si possa bilanciare l’innovazione digitale con la responsabilità ambientale.

Programma dei lavori

  • Modera

    •  Pietro Pacini
      Pietro Pacini

      Direttore Generale CSI Piemonte – Presidente Assinter Italia

      È Direttore Generale del CSI Piemonte e, da gennaio 2024, Presidente di Assinter Italia, l’Associazione delle società in house ICT italiane.

      Ha iniziato la sua carriera in Telecom Italia, è stato Amministratore Delegato di Vodafone Gestioni e Responsabile Vendite Consumer Canali Diretti, e ha lavorato per Poste Italiane, dove ha coordinato lo sviluppo della rete di telecomunicazione e curato, come Responsabile del Governo delle Tecnologie, la progettazione del Data Center Tier 4 di Torino e dell’infrastruttura cloud.

      È stato Consigliere di amministrazione della Fondazione Vodafone e del Consorzio Elis. Nel 2011 è stato nel consiglio dei soci fondatori della Fondazione Ugo Bordoni. Appassionato di musica, è diplomato al Conservatorio Santa Cecilia di Roma ed è stato nel Consiglio direttivo dell’Accademia di Musica di Tarquinia.

    • Intervengono
    •  Gabriele Da Rin
      Gabriele Da Rin

      Responsabile Relazioni Istituzionali – Infocamere

      Gabriele DA RIN è dal 2014 responsabile Relazioni Istituzionali di InfoCamere, la società delle Camere di Commercio italiane per l’innovazione digitale.
      Nel corso della sua attività professionale è stato in particolare esperto di eGovernment nell’Unità per la Semplificazione della Presidenza del Consiglio dei
      Ministri, contribuendo ad attuare le riforme in materia di Comunicazione Unica d’Impresa e di Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP), Product & Marketing Manager, responsabile per l’avvio dei servizi di certificazione digitale di InfoCamere e Managing Director di Chambersign, un’associazione internazionale senza fini di lucro
      nata per la diffusione dei servizi di certificazione digitale in Europa. Nel suo tempo libero Gabriele partecipa in team a charity programs collegati a manifestazioni sportive.

    •  Stefano Epifani
      Stefano Epifani

      Presidente Fondazione per la sostenibilità digitale

      Stefano Epifani è docente universitario e giornalista. Presidente del Digital Transformation Institute, istituto di ricerca dedicato ai temi della sostenibilità digitale, dirige il magazine on-line Tech Economy 2030, specializzato sugli stessi argomenti. Insegna Internet Studies in Sapienza, Università di Roma.

      È advisor per le Nazioni Unite sugli impatti della digital transformation nella gestione dei processi di sviluppo urbano sostenibile.

      È autore di numerose pubblicazioni sui temi della sostenibilità digitale, della digital transformation, dell’e-business, del knowledge management. Il suo ultimo libro è “Sostenibilità Digitale: perché la sostenibilità non può fare a meno della trasformazione digitale” (http://www.sostenibilitadigitale.it).

      Altre pubblicazioni: Manuale di comunicazione politica on-line (Istituto di Studi Politici San Pio V, 2011); Decidere l’Innovazione (Sperling & Kupfer, 2006); Learning Community: modelli collaborativi di gestione della conoscenza (Franco Angeli, 2004); Business Community: gestire il capitale intellettuale nell’economia della conoscenza (Franco Angeli, 2003); Internet per chi scrive (Gruppo Editoriale Jackson, 1996).

In collaborazione con