Assessore Bugli al FORUM PA Toscana: “Innovazione chiama partecipazione e insieme chiamano sviluppo”

Home PA Digitale Servizi Digitali Assessore Bugli al FORUM PA Toscana: “Innovazione chiama partecipazione e insieme chiamano sviluppo”

9 Giugno 2016

R

Redazione FPA

“Tre temi che si legano: l’innovazione non può far a meno della partecipazione e innovazione e partecipazione aiutano lo sviluppo”. L’assessore all’innovazione della Toscana, Vittorio Bugli, in occasione di FORUM PA Toscana riassume così quello che la Regione ha iniziato a fare.

“Entro luglio – dice – tutta la Toscana potrà navigare in internet ad almeno 20 Mbit al secondo: mancavano 1251 località l’anno scorso e le abbiamo connesse grazie ad un progetto a quattro mani tra Regione e Ministero: 33,8 milioni investiti, la metà pubblici, più di sette della Regione. Ma stiamo lavorando, sempre assieme al ministero, per portare anche la banda ultralarga, ad almeno 30 Mbit, in tutte quelle zone della Toscana giudicate dal mercato non meritevoli di investimenti. Sono partiti i primi lavori in undici comuni per 29,2 milioni, su un investimento totale di circa 250 milioni”.

“Creata l’infrastruttura – riprende Bugli -, il secondo passaggio sono i contenuti: quello che su internet si può fare o trovare. La Regione Toscana anche in questo si è già mossa da tempo. A settembre 2014 è nato Open Toscana, una piattaforma accessibile anche con gli smartphone, una piattaforma da cui accedere ai servizi, agli open data e alle pagine sulla partecipazione della Regione. Siamo stati anche, qualche mese fa , la prima Regione ad aderire a Spid, un unico username e password per entrare in tutti gli uffici della pubblica amministrazione”. “Ma Open Toscana non è solo un portale e un ‘evoluzione tecnologica – conclude l’assessore – è un cambio di filosofia: un modo per semplificare i rapporti con i cittadini e le imprese ma anche un luogo dove far comunità con chi è protagonista, nel privato, dell’innovazione, scambiandosi dati ed esperienze”.