e-Democracy: il progetto sesamo del Piemonte inizia la fase conclusiva

Home PA Digitale e-Democracy: il progetto sesamo del Piemonte inizia la fase conclusiva

Il Consiglio regionale del Piemonte, d’intesa con le Regioni Liguria e Valle d’Aosta, le Province di Torino ed Imperia e il Comune di Genova, ha promosso e realizzato il progetto “Sesamo: la porta è aperta – Accesso al Palazzo Virtuale delle Pubbliche Amministrazioni”, allo scopo di favorire lo sviluppo della comunicazione digitale tra cittadini e istituzioni e promuovere la partecipazione diretta all’attività legislativa, attivando servizi in rete per avvicinare all’informatica anche le categorie di utenti svantaggiate per cultur

8 Ottobre 2008

L

L.P.

Articolo FPA

Il Consiglio regionale del Piemonte, d’intesa con le Regioni Liguria e Valle d’Aosta, le Province di Torino ed Imperia e il Comune di Genova, ha promosso e realizzato il progetto “Sesamo: la porta è aperta – Accesso al Palazzo Virtuale delle Pubbliche Amministrazioni”, allo scopo di favorire lo sviluppo della comunicazione digitale tra cittadini e istituzioni e promuovere la partecipazione diretta all’attività legislativa, attivando servizi in rete per avvicinare all’informatica anche le categorie di utenti svantaggiate per cultura o per diversa abilità fisica.
Il progetto, avviato nel 2006 nell’ambito dei programmi nazionali di e-Democracy, è stato cofinanziato dal CNIPA (Centro nazionale per l’informatica nella Pubblica amministrazione) che ora ha il compito di valutarne i risultati.
In Piemonte il progetto si è concretizzato nella realizzazione della sezione interattiva, Crpnet, del sito istituzionale dell’Assemblea legislativa (www.consiglioregionale.piemonte.it).
Gli enti coinvolti hanno condiviso la fase di progettazione e sviluppato in maniera autonoma, ciascuno sulla base delle proprie necessità ed esigenze, i diversi servizi e prodotti tra i quali:
strumenti di community (Forum con moderatore, sondaggi, news) per permettere ai cittadini di interagire con l’Assemblea sulla definizione delle leggi e l’attuazione delle scelte amministrative;
sistema interattivo di informazione sull’iter degli atti consiliari per ricevere sulla propria casella di posta elettronica, via fax, o via sms segnalazioni puntuali sui passaggi di stato di progetti di legge, delibere e altri atti presenti nelle banche dati;
consultazione on-line riguardano sia il supporto alla consultazione istituzionale da parte delle Commissioni mediante la diffusione del materiale in esame e la costruzione di un ambiente di raccolta delle memorie e dei contributi da parte degli enti consultati, sia sistemi di sondaggio ed espressione di opinioni da parte dei cittadini;
servizi multimediali di partecipazione per seguire i lavori dell’Assemblea, senza essere presenti in Aula, attraverso la trasmissione video delle sedute (Streaming). E’ inoltre in sperimentazione una piattaforma di Web Conference per supportare riunioni tra uffici o con altri enti indipendentemente dalla dislocazione di ciascuno.

FONTE: Consiglio Regionale del Piemonte