Gestione dei buoni spesa: la piattaforma Soldo in aiuto dei Comuni - FPA

Gestione dei buoni spesa: la piattaforma Soldo in aiuto dei Comuni

Home PA Digitale Gestione dei buoni spesa: la piattaforma Soldo in aiuto dei Comuni

Anche per il nuovo stanziamento di aiuti deliberato nel Decreto Ristori Ter, i Comuni italiani potranno contare su una piattaforma che li supporterà nella distribuzione dei fondi alle famiglie in difficoltà economica

7 Gennaio 2021

A

A cura di SOLDO

Photo by rupixen.com on Unsplash - https://unsplash.com/photos/Q59HmzK38eQ

Soldo, azienda Fintech attiva dal 2015 e oggi leader in Italia per la fornitura ad aziende ed enti di una piattaforma per la gestione delle spese fatte dai dipendenti, continua a fornire il suo supporto ai Comuni italiani anche per il nuovo stanziamento di aiuti deliberato nel Decreto Ristori Ter. Infatti, anche questi nuovi fondi potranno essere distribuiti a sostegno delle famiglie in difficoltà economica, beneficiando del programma Soldo Care per la gestione dei Buoni Spesa.

Come già fatto per decine di comuni (tra i quali il Comune di Milano e quello di Bergamo) Soldo, metterà a disposizione la propria infrastruttura di gestione delle spese, di cui fanno parte le carte prepagate Mastercard il cui utilizzo – grazie alla piattaforma Soldo – può essere totalmente personalizzato e controllato. Appoggiandosi al circuito Mastercard, le carte prepagate di Soldo usufruiscono del vantaggio dell’accettazione in oltre 3 milioni di esercenti in Italia, offrendo così ai cittadini lo strumento di pagamento più sicuro, più semplice, più capillare e più veloce, senza la necessità, per i Comuni, di fare nuove convenzioni con gli esercenti.

In particolare, ogni Comune potrà, dopo avere attivato il conto sulla piattaforma Soldo, richiedere e creare le proprie carte, caricandole con somme personalizzate, in tempo reale e senza costi. Tutte le carte possono essere limitate nell’uso da specifiche regole e limitate nel loro utilizzo solo a specifiche categorie di esercenti (definite da ogni Comune) come ad esempio: supermercati, discount, negozi alimentari di vicinato, farmacie, parafarmacie, etc, e per il pagamento delle utenze. Le famiglie potranno scegliere liberamente gli esercenti, secondo la propria comodità e convenienza. Soldo e la società Sixth Sense, inoltre, consentiranno di visualizzare sulla mappa di una nuova piattaforma tutti gli esercenti convenzionati con Mastercard, per ogni singolo Comune e secondo le categorie scelte.

Per aumentare la sicurezza e per garantire ai Comuni che gli importi erogati vengano spesi per gli scopi previsti, sulle carte Soldo sono disattivate le seguenti funzionalità: il prelievo di contante presso gli sportelli ATM, gli acquisti on line e i pagamenti senza codice PIN. 

Per il supporto ai Comuni aderenti, Soldo rende disponibile personale dedicato in modo da consentire un veloce avvio, l’eventuale training a distanza, la risoluzione di eventuali problematiche e l’implementazione di successive modifiche.

Per una gestione più comoda e semplice, le carte potranno essere etichettate con un testo unico (liberamente scelto) ed un numero progressivo, oppure avere altri identificativi fino ad un massimo di 21 caratteri.

Il denaro presente sulle carte è, e rimane, di proprietà del Comune fin quando non è usato per il pagamento. Quindi eventuali importi non utilizzati potranno essere riutilizzati dal Comune secondo proprie regole e modalità. Per lo stesso motivo, eventuali carte smarrite o rubate possono essere riemesse in totale sicurezza se l’utente non ha compromesso o reso noto i dati di accesso, come ad esempio l’indicazione del PIN sulla stessa carta.

Per saperne di più e richiedere l’attivazione del servizio invia una mail a:  soldoaiuta@soldo.com e consulta il report online.

Per approfondire questa soluzione, il 21 gennaio alle ore 11 si terrà il webinar “Decreto Ristori Ter-sostegni alle famiglie attraverso la macchina comunale, l’esperienza di Soldo e del Comune di Milano“, partecipazione gratuita, è necessaria l’iscrizione