Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Hai un open data based app nel cassetto? Partecipa a Apps for Europe Competition

Home Open Government Open Data Hai un open data based app nel cassetto? Partecipa a Apps for Europe Competition

Apps For Europe è alla ricerca di nuove applicazioni che siano facili da usare, orientate alla creazione di imprese e servizi, ma che soprattutto possano mostrare le potenzialità dell’utilizzo dei dati aperti.

30 Gennaio 2014

R

Redazione FORUM PA

Apps For Europe è alla ricerca di nuove applicazioni che siano facili da usare, orientate alla creazione di imprese e servizi, ma che soprattutto possano mostrare le potenzialità dell’utilizzo dei dati aperti. C’è tempo fino 7 febbraio 2014 per partecipare al contest che dà la possibilità al vincitore di partecipare all’esclusivo international Business Lounge @FutureEverything che si tiene il 31 marzo 2014 a Manchester, e di presentare la propria app al pubblico internazionale che affolla la manifestazione. Un pubblico composto da investitori, agenzie governative, aziende e privati che potrebbero trasformare la vostra idea in un business di successo internazionale.

I vincitori delle Local Business Lounge sono ammessi direttamente all’esposizione internazionale. L’appuntamento italiano è ad Alghero il 6-7 marzo con Hack4Europe!.

Le app proposte verranno giudicate da una giuria di esperti, partner europei di Apps for Europe. Per saperne di più sulla giuria.

Per avere maggiori informazioni ed iscriversi al contest clicca qui.

Apps for Europe è un network europeo, di cui fa parte anche il Consorzio italiano Top-IX,  impegnato nel sostegno di idee innovative basate sugli open data al fine di trasformarle in imprese redditizie.

 

 Fonte: Apps For Europe

Su questo argomento

Web, app, open data: una rivoluzione anche per i servizi pubblici locali