PA in emergenza: “Chi aveva già investito in innovazione ha acquisito capacità di resilienza e di risposta”

PA in emergenza: “Chi aveva già investito in innovazione ha acquisito capacità di resilienza”
Home PA Digitale PA in emergenza: “Chi aveva già investito in innovazione ha acquisito capacità di resilienza e di risposta”

In questa intervista a Enrico Deidda Gagliardo, ProRettore Vicario dell’Università di Ferrara, a cura di Gianni Dominici, si parla di PA e di valore pubblico: in che modo migliorare la società passando dal rinnovamento?

21 Aprile 2020

F

Redazione FPA

L’anno scorso, uno dei claim di FORUM PA 2019 è stato “la creazione di valore pubblico”: in che modo si può migliorare la pubblica amministrazione e la società in generale passando dall’innovazione?

Un anno più tardi, in un periodo come questo segnato dall’emergenza sanitaria e dal lockdown, il tema del valore pubblico assume ancora più importanza, inserendosi in un tracciato fatto anche di sostenibilità ambientale e tutela della salute dei cittadini.

PA in emergenza: “Chi aveva già investito in innovazione ha acquisito capacità di resilienza”

Di questo abbiamo parlato con Enrico Deidda Gagliardo, ProRettore Vicario dell’Università di Ferrara, in questa intervista a cura di Gianni Dominici. L’intervista si inserisce nel percorso di avvicinamento a FORUMPA 2020, #road2FORUMPA2020, che ci permette di indagare e scoprire i temi più importanti della manifestazione, che quest’anno si terrà online dal 6 all’11 luglio, e on site, in presenza, dal 4 al 6 novembre.

L’intervista

Partiamo dal mondo dell’Università: come si è comportato l’Ateneo di Ferrara allo scoccare dell’emergenza Coronavirus? “Alle prime notizie del Coronavirus abbiamo preso la decisione di chiudere tutto, immediatamente, dando notizia ai nostri studenti, all’insegna della prudenza” afferma Deidda Gagliardo. “Il nostro vantaggio è stato che già dal 2016 abbiamo cominciato a lavorare sulla semplificazione dei processi, e dal 2017 a lavorare sulla didattica digitale”.

Il tema della ‘prevenzione’ è molto importante: coloro che avevano già investito, quindi, in innovazione organizzativa, dei processi e nel digitale, avevano già acquisito quella capacità di resilienza e di risposta che adesso è più importante che mai.

“Stiamo vivendo e imparando il concetto di resilienza in questo periodo: su 900 corsi, già 800 sono online. Abbiamo fatto le lauree online, facendo laureare 1000 studenti; 5000 studenti e studentesse hanno fatto esami di profitto, abbiamo il 50% dei master online perché eravamo già preparati”.

Infine, sul valore pubblico, Deidda Gagliardo è stato chiaro: “Ieri il valore pubblico era un orizzonte sperato: oggi diventa una necessità. Parliamo del livello di benessere dei cittadini ottenuto in un equilibrio dinamico tra impatti economici, sociali e ambientali delle politiche pubbliche. Questo concetto all’epoca del Covid-19 significa riuscire a pensare a un Paese che sia capace di dare priorità alla salute pubblica ma cominciando a pensare a quello che sarà il rilancio economico, la sopravvivenza sociale, la ripresa della coesione sociale”.